Quantcast
Cronaca

Tragedia di Genova, Jolly Nero ispezionata una settimana fa. Codacons: “Indagare su controlli e manutenzioni”

schianto al molo giano

Genova. La “Jolly Nero”, aveva subito una settimana fa un’ispezione in Spagna e nessuna anomalia era emersa dal controllo. E’ quanto scrive la testata on-line specializzata “Ship2shore”, precisando che il cargo, un’unità
di 37 anni di età, era stato sottoposto, a Castellon de la Plana, ad una cosiddetta “More detailed inspection” da parte delle autorità marittime iberiche nell’ambito dei controlli previsti dall’accordo internazionale Port State Control.

Secondo il database del Psc, dalla disamina non era risultata alcuna anomalia, fatta salva una lacuna di natura documentale relativa alle istruzioni antincendio.

“Alla luce delle ipotesi di una possibile avaria dei motori, attualmente al vaglio della Procura, chiediamo alla magistratura genovese di indagare a fondo sui controlli periodici, sulle revisioni e sulla manutenzione della Jolly Nero – afferma il Presidente del Codacons Carlo Rienzi – In base ad alcune indiscrezioni solo una settimana fa la nave sarebbe stata sottoposta ad una ispezione in Spagna. Vogliamo sapere come sono stati svolti tali controlli e quante e quali verifiche sono state compiute sulla Jolly Nero nell’ultimo anno”.

“La vicenda della Costa Concordia ha fatto emergere gravi lacune e inadempienze in merito alla sicurezza delle navi – proseguono Codacons e l’Associazione Utenti del trasporto Aereo, Marittimo e Ferroviario – Dopo il nuovo incidente in mare non possiamo non chiederci cosa accade realmente sul fronte del trasporto marittimo nel nostro paese, e quale sia il livello di sicurezza delle imbarcazioni che solcano le acque italiane”.