Semaforo verde dalla Regione, via all'accordo di programma e ai progetti per il trasferimento della Lames da Chiavari a Cicagna - Genova 24

Semaforo verde dalla Regione, via all’accordo di programma e ai progetti per il trasferimento della Lames da Chiavari a Cicagna

Chiavari - Lames

Chiavari. Disco verde della Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Gabriele Cascino, all’accordo di programma sul trasferimento della Lames da Chiavari e quindi al progetto per la costruzione del nuovo stabilimento in località di Quartaie nel comune di Cicagna.

Il via della regione Liguria riguarda anche il piano particolareggiato sulla base del quale, una volta costruito e messo in produzione in nuovo stabilimento in Val Fontanabuona, verrà demolito l’attuale sito in via San Rufino a Chiavari. Nell’area ex Lames sorgerà, com’è noto, un quartiere di edilizia residenziale con servizi di urbanizzazione per il verde pubblico, attrezzature sportive e parcheggi.

Nel contesto dell’intervento urbanistico di riqualificazione urbana nel quartiere di Sampierdicanne – è stato affermato nella riunione della giunta regionale- il comune di Chiavari ha anche individuato un nuovo ambito in via San Pio X, con l’assenso dell’ente diocesano Madonna dei Bambini, da riservare alla realizzazione di alloggi per l’edilizia residenziale pubblica (Erp) che saranno costruiti a cura e spese della Società Lames.

Il nuovo stabilimento Lames di Cicagna dovrà assicurare il mantenimento degli attuali livelli occupazionali con il miglioramento della capacità produttiva dell’industria in ragione della migliore organizzazione delle linee produttive e degli spazi operativi, interni ed esterni allo stabilimento.

Rispetto al precedente progetto di riconversione ad usi urbani dell’attuale stabilimento Lames di Chiavari, la volumetria viene ridotta da 82.000 mc a 56.700 mc e con riduzione dell’altezza dei nuovi edifici dai 18 piani previsti a 13 piani del nuovo progetto, per migliorare l’inserimento del paesaggio.

La giunta Burlando ha inoltre stabilito gli obiettivi che dovranno essere conseguiti in sede di approvazione definitiva del progetto edilizio del nuovo stabilimento a Cicagna e del piano Particolareggiato per la riconversione dell’attuale stabilimento di Chiavari, tra i quali i più rilevanti riguardano la messa in sicurezza idraulica del Torrente Rupinaro e la tutela dell’assetto “spondale” del Torrente Lavagna per il sito del nuovo stabilimento a Cicagna.

La Conferenza di Servizi che verrà convocata per l’approvazione dei progetti oggetto dell’Accordo dovrà concludere i propri lavori entro 90 giorni, dopodichè la Lames dovrà sottoscrivere le convenzioni con i Comuni di Chiavari e Cicagna realtive alla esecuzione delle opere di urbanizzazione dopo di chè il Comune di Cicagna potrà rilasciare il permesso di costruire per l’inizio dei lavori di costruzione del nuovo stabilimento, che si prevede possa avvenire entro la fine del 2013.

La demolizione dell’attuale stabilimento di Chiavari potrà avvenire solo dopo il trasferimento dell’attività industriale nel nuovo stabilimento di Cicagna e la ripresa dell’attività produttiva.