Quantcast

Scarpino, Della Bianca: “Niente rifiuti da fuori Liguria”

scarpino

Genova. Il consigliere Raffaella Della Bianca (Gruppo Misto), a seguito della notizia secondo cui la Giunta Regionale della Liguria sembrerebbe in procinto di approvare un accordo con la Regione Lazio per il conferimento di rifiuti solidi urbani nell’impianto genovese di Scarpino, interviene sulla questione presentando un’interrogazione in consiglio regionale.

“La Liguria – spiega Della Bianca -, è l’ unica regione d’ Italia senza nemmeno un impianto per lo smaltimento dei rifiuti (né di compostaggio, né di incenerimento), con la conseguenza che tutto finisce in discarica generando grossi problemi di inquinamento ambientale. E’ quindi assurdo, in queste condizioni, raccogliere i rifiuti indifferenziati che arriverebbero dal Comune di Roma, a seguito della chiusura della discarica di Malagrotta”.
“In una regione come la Liguria – dice il consigliere -, in cui la sinistra ha sempre fatto dell’ecologia e della sicurezza ambientale la sua bandiera, siamo ancora al punto zero sul trattamento dei rifiuti. Tenuto conto che le nostre discariche non hanno vita infinita e sono già sotto proroga da diversi anni, dopo fiumi di parole, di convegni, di decisioni prese e poi ritrattate, di consulenze e di investimenti in progetti (termovalorizzatore, gassificatore), chiedo alla Giunta a che punto siamo in merito alla gestione dei rifiuti e se il presidente Burlando e l’assessore Briano non ritengano opportuno sospendere l’arrivo di qualsiasi rifiuto proveniente da fuori regione, fino a che non ci sarà il superamento delle discariche, situazione che accomuna la nostra regione al Terzo mondo”.