Primo tempo frizzante, secondo soporifero: Lazio-Sampdoria finisce 2 a 0 - Genova 24

Primo tempo frizzante, secondo soporifero: Lazio-Sampdoria finisce 2 a 0

mauro icardi

Roma. Motivazioni differenti, si dirà. In effetti la Sampdoria scende in campo abbondantemente salva e con due punti sopra il Genoa (ultimo obiettivo). La Lazio gioca per un piazzamento Uefa e non è un caso che gioca con animo il primo tempo, per poi spegnersi il secondo quando l’Udinese va in vantaggio.

Delio Rossi mischia le carte, lucida qualche panchinaro buono per il mercato. Da Costa, in difesa Mustafi, Gastaldello e Rossini. In mezzo al campo Rodriguez, Munari, Maresca, Poli e Poulsen. In avanti a sorpresa Icardi e Sansone.

La Lazio parte forte, pronti via e Klose servito da Hernanes ci prova da destra e cross in porta. Passa un minuto e risponde la Sampdoria, con Maresca che lancia Icardi.
La Sampdoria non sembra farsi intimidire e ci prova prima con Poli e poi con Poulsen. Al primo vero affondo però Sergio Floccari trafigge Da Costa, dopo tiro di Klose.

La Sampdoria prova a reagire e lo fa con Gastaldello servito da Maresca. L’altra azione arriva solo dopo ulteriori 10 minuti: gran tiro da fuori di Icardi.

La Lazio quando riparte però fa male, soprattutto con quei due che nonostante abbiano avuto poche possibilità di giocare assieme, sembrano intendersi a meraviglia: combinazione Klose-Floccari e occasione sventata. Al 32 è ancora Floccari avere una buona occasione, questa volta innescato maldestramente da Maresca.

L’occasione che chiude il primo tempo è ancora di Icardi: gran tiro da fuori e traversa.

Delio Rossi decide di togleire Poulsen e mette dentro Berardi. Il secondo tempo inizia con un gran tiro di Candreva, ma poi lentamente si spegne. La Sampdoria nel possesso palla sebza mai affondare. Le uniche cose da sottolineare sono le sostituzioni: al 15’ entra Renan al posto di Munari, nella Lazio Diaz al posto di Radu.

La Sampdoria prova a solleticare Marchetti sull’asse Sansone Icardi, ma con scarsi risultati.
Renan si mette in proprio e ci prova dal lontano: tiro alto. Poli lascia il terreno di gioco per crampi al 24’, al suo posto Obiang.

In questo secondo soporifero arriva anche il primo calcio d’angolo per la Samp: siamo già al 33’.

La partita si spegne tra la festa dei tifosi laziali, che ringraziano e salutano così i loro giocatori per l’ultima partita stagionale casalinga. Ancora un sussulto però: fallo di Gastaldello su Onazi, rigore trasformato da Candreva. 2 a 0. Fine partita. Ma in campo in pochi sono scontenti.