Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Porto di Genova, schianto al Molo Giano: tre vittime, feriti e dispersi

Genova. Una decina di ambulanze, altrettante squadre di vigili del fuoco, i mezzi della Capitaneria di porto e i sommozzatori, a cui si sono aggiunte squadre da fuori regione per cercare di recuperare le persone al momento ancora disperse.

Il bilancio del grave incidente avvenuto verso le 23, al Molo Giano, è ancora provvisorio ma è già tragicamente salito: tre vittime, quattro feriti trasportati in codice rosso, tra ospedale Galliera e Villa Scassi, e sei persone disperse su cui si stanno concentrando le ricerche. Tre erano nell’ascensore della Torre piloti al momento dell’urto. Non si sa se siano finite in mare o siano sotto le macerie della torre.

Gli interventi, un un’atmosfera surreale, sono resi difficoltosi sia per il buio sia per la vastità della zona dove cercare i dispersi.

Sul posto sono arrivati il presidente dell’Autorità Portuale, Luigi Merlo e il sindaco Marco Doria. L’armatore Stefano Messina si è detto disperato, e “siamo sconvolti, una cosa così non era mai successa nell’intera storia del nostro gruppo”. Così come non era mai successo un incidente del genere in porto.

La nave mercantile Jolly Nero ha urtato la torre di controllo verso le 23.30 al Molo Giano facendola crollare parzialmente in mare. Al momento, all’interno della struttura c’erano una decina di persone, tra cui alcuni della Capitaneria, coinvolte nel tragico schianto. Non si sa se rimaste intrappolate nell’ascensore della palazzina o se cadute in mare. Proprio in quel momento vi era il cambio turno tra il
personale della capitaneria di Porto. Le cause sono ancora ignote, forse un’avaria, durante la manovra inspiegabilmente errata di uscita dal porto di Genova. Dalle prime testimonianze raccolte, sembrerebbe che due motori si siano bloccati e che la nave sia pertanto divenuta ingovernabile. La torre è stata
colpita dal fianco sinistro della poppa della nave, in quel momento carica di container.