Quantcast
Cronaca

Pedonalizzazione via XX Settembre, commercianti contrari: “Meglio renderla più attraente”

via xx settembre

Genova. Via XX Settembre, la via dello struscio genovese per eccellenza “come adesso non va bene, ma la pedonalizzazione non sarebbe la soluzione ai nostri problemi”.

Tra i commercianti dell’arteria centrale di Genova, crocevia di traffico e di negozi, prevale cautela e scetticismo. “Abbiamo sempre richiesto partecipazione, ma non siamo stati ancora presi in conssiderazione come parte attiva”, spiega Ilaria Natoli, presidente del Civ Ascom via XX Settembre oggi a un incontro a Tursi. “Aspettiamo l’invito istituzionale, ma la nostra posizione è molto cauta, in alcuni casi la pedonalizzazione ha portato buonissimi risultati, ma via XX Settembre non è via Cesarea, è un’arteria fondamentale, vanno prese in considerazione tutte le varianti”. Lo spettro di Corso Buenos Aires spaventa i commercianti: “lì gli operatori con il cambio di viabilità, hanno sofferto”, sottolinea Natoli.

La ricetta per rivitalizzare l’arteria genovese non sarebbe quindi la pedonalizzazione, “ma gli interventi di riqualificazione. I turisti, riempono via S.Lorenzo e poi, però, si disperdono in piazza De Ferrari, per farli scendere in via XX Settembre, la via dovrebbe essere più attraente, con una buona pulizia ed elementi di richiamo come illuminazione e i mosaici ora in via di ristrutturazione”.

La pedonalizzazione di via XX Settembre, a Genova, è un discorso che va avanti da anni in cui a serie continue vengono prodotti progetti e iniziative sul tema. “La cosa importante è tenere in considerazione le esigenze sia degli operatori in sede fissa, sia dei pubblici eserci, sia quelle del mercato orientale con il suo approviggionamento merce – sottolinea Andrea Dameri, direttore Confesercenti Genova – E senza dimenticare la parte alta, penso a via Roma e via XXV Aprile”. Necessaria dunque “una visione globale della zona”, altrimenti “si rischierebbe di fare qualcosa di buono per alcune parti e di negativo per altre”.

Molti i temi all’ordine del giorno per rilanciare il traffico commerciale, in primis parcheggi e Aree Blu. “Chiaro, il parcheggio dell’Acquasola avrebbe costituito un polmone importante per il commercio della zona del centro – conclude Dameri – si può aumentare il numero degli stalli ove possibile, rivedere quelli per la zona merce e ragionare sulle tariffe, favorendo così sia la rotazione ma andando ianche in contro ai clienti e quindi ai commercianti”.