Cronaca

Omicidio Biggi, il pg Zucca chiede l’assoluzione per Luca Delfino

Genova. Sospeso momentaneamente il processo davanti alla Corte d’Assise d’appello di Genova a carico di Luca Delfino, assolto in primo grado per l’omicidio di Luciana Biggi, sgozzata nel centro storico di Genova la notte del 28 aprile 2006.

Il pg Enrico Zucca ha chiesto la conferma della sentenza di primo grado, cioè l’assoluzione, ribadendo che ci sono tanti indizi, ma nessuna prova e che le modalità del delitto di Sanremo, rispetto a quello di Genova, sono diverse, come confermato dai periti di parte durante il processo di primo grado.

Occorre ricordare che la Procura di Genova, dopo l’assoluzione in primo grado, non ha fatto ricorso in appello, quindi il processo che si sta svolgendo sarà valido solo ai fini civili.

In altre parole, anche se Delfino venisse condannato in appello per l’omicidio Biggi, non sconterà per questo reato neppure un giorno di carcere.

Anche durante la precedente udienza, il procuratore Enrico Zucca, che in primo grado chiese per Delfino una condanna a 25 anni, ha sostenuto l’ammissibilità dell’appello di parte civile. Ma quello per la morte di Luciana Biggi resta un processo per cui, come disse la pubblica accusa a più riprese, c’erano (e ci sono) molti indizi ma nessuna prova.