Quantcast
Cronaca

“Giù le mani dalla Valverde!”. La Protesta contro il Terzo Valico non si ferma

terzo valico campomorone comune

Campomorone. Una pausa durata appena un giorno, giusto il tempo di celebrare il Primo Maggio. Oggi, trascorsa la festa, si riparte con la protesta.

Accade in Valverde e nel mirino degli abitanti c’è una delle grandi opere più contestate: il Terzo Valico Ferroviario.

La voce dei contestatori si era già fatta sentire due giorni fa, martedì 30 aprile, in occasione del Consiglio comunale di Campomorone. All’ordine del giorno era l’approvazione dei progetti preliminari di alcune opere legate appunto al Terzo Valico.

Al momento dell’approvazione circa 80 persone avevano srotolato 2 striscioni e letto un testo di critica nei confronti dell’Amministrazione Comunale.

“Ci chiediamo se Voi, tutti Voi, che state per approvare questo punto all’ordine del giorno del Consiglio Comunale – avevano spiegato – abbiate almeno letto le carte, visionato i progetti e sappiate a cosa e a chi servono le modifiche che state per votare. Forse alcuni di voi nemmeno si rendono conto di dare con ciò inizio a un danno senza precedenti per le terre che amministrano”.

La seduta era stata interrotta dal Sindaco e le persone presenti avevano simbolicamente occupato l’aula per mezz’ora, uscendo poi dal palazzo comunale cantando “giu’ le mani dalla Valverde”.

Oggi la protesta dei cittadini continua: dalle 7.30 di questa mattina è previsto un presidio a S.Quirico in via Tecci, dietro al mercato dei Fiori.