Quantcast

“Viaggiar per storie”: al via sei incontri a Palazzo Ducale, protagonista il viaggio

fondazione garrone

Genova. Sarà il fotografo Gianni Berengo Gardin con la conferenza dal titolo “L’obiettivo testimone” – lunedì 29 aprile alle ore 21 a Palazzo Ducale – a dare il via alla seconda edizione della rassegna “VIAGGIAR PER STORIE. Per sfida, conoscenza e per ardore”, ideata e curata da Stefano Termanini e realizzata dalla Fondazione Edoardo Garrone, in collaborazione con la Fondazione per la Cultura Genova Palazzo Ducale. www.viaggiarperstorie.it

Definito «vero globe trotter dell’immagine», Gianni Berengo Gardin è stato e continua a essere un testimone al tempo stesso soggettivo e fedele, raccontando città e paesi d’Italia e d’Europa, attraversandoli qualche volta in treno, spesso girandoli a piedi, per soffermarsi sui volti e cogliere gesti che, se non fosse stato per l’istantaneità magica dell’obiettivo, l’occhio probabilmente avrebbe ignorato o perso. Il suo stile e la sua peculiarità è andare dritto al punto in cui qualcosa che era si sospende nell’istante dello scatto mentre già si sta trasformando in altro; mentre già prende forma sul suo pastoso bianco e nero, senza sapere ancora se avrà una consistenza e quale.

Gianni Berengo Gardin è uno dei più grandi fotografi italiani. Ha pubblicato oltre 200 libri di fotografia, molti dei quali hanno contribuito in modo essenziale al racconto dell’Italia che cambia. Ha esposto in centinaia di mostre, in diverse parti del mondo.

E’ questo il primo di 6 incontri dedicati al viaggio, visto e raccontato nelle sue diverse interpretazioni. Dopo il viaggio del fotografo con Gianni Berengo Gardin, si passerà al viaggio del pellegrino contemporaneo, per il quale la concentrazione del cammino, sviluppato di passo in passo, pone rimedio alle deviazioni e alle disattenzioni contemporanee (Sergio Valzania, Il mondo sulle spalle, 6 maggio ore 21 a Palazzo Ducale); al viaggio dell’eroe-poeta d’Annunzio, innamorato del volo e della modernità (Francesco Perfetti, Il volo della modernità, 13 maggio ore 21 a Palazzo Ducale); al viaggio dell’atleta che si mette alla prova e che si sforza di superare ogni immaginabile limite (Alex Bellini, Pacifica solitudine, 20 maggio ore 21 a Palazzo Ducale); al viaggio dell’esploratore-scienziato Thor Heyerdahl (Helene Elisabeth Heyerdahl, Una corrente attraverso l’oceano, 27 maggio ore 21 a Palazzo Ducale); per finire con il viaggio del cartografo Matteo Vinzoni inviato da Gio Francesco Brignole Sale, doge di Genova nel 1746, a Groppoli di Lunigiana (Maria Stella Rollandi e Piero Boccardo, Per dipinti confini, 3 giugno ore 17.30 a Palazzo Rosso).
Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero. Per maggiori informazioni: www.viaggiarperstorie.it
www.fondazionegarrone.it