Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tursi, dal più ricco al più povero: ecco i redditi di consiglieri e assessori

Più informazioni su

Genova. I consiglieri comunali di Genova più ‘ricchi’ nel periodo d’imposta 2011 sono stati: Pietro Salemi (Lista Musso) con un reddito lordo di 190.000 euro, Giorgio Guerello (Pd) con 138.425 euro, Enrico Musso (Lista Musso) con 134.505 euro ed Edoardo Rixi (Lega Nord) con 127.391 euro. Sono i dati emersi questa mattina a Genova a Palazzo Tursi alla presentazione dello Statistico del consiglio comunale di Genova illustrato dal presidente dell’assemblea Giorgio Guerello.

Nel 2011 quasi nessuno dei consiglieri comunali e degli assessori era in carica, ognuno svolgeva la sua attività professionale a tempo pieno. I consiglieri comunali di Genova piu’ ‘poveri’ nel periodo d’imposta 2011 sono stati: Marianna Pederzolli (Lista Doria) con un reddito lordo di zero euro, Stefano De Pietro (M5S) con zero euro, Emanuela Burlando (M5S) con 9.245 euro, Maddalena Bartolini (Lista Doria) con 12.406 euro.

Gli assessori comunali di Genova piu ‘ricchi’ nel periodo d’imposta 2011 sono stati: Carla Sibilla (Turismo) con un reddito lordo di 196.882 euro e Franco Miceli (Bilancio) con 182.255 euro, mentre il sindaco di Genova Marco Doria si e’ attestato a 102.023 euro lordi all’anno. Gli assessori comunali di Genova piu’ ‘poveri’ nel periodo d’imposta 2011 sono stati: Valeria Garotta (Ambiente) con 16.602 euro e Francesco Oddone (Sviluppo Economico) con 19.316 euro.

Sono state 27 le sedute del consiglio comunale di Genova da giugno a dicembre 2012, per una durata totale di 150 ore, media di 5 ore e 54 minuti, con una presenza dei consiglieri al 94%.
Sono stati 19 i consiglieri comunali a poter vantare il 100% delle presenza, il sindaco Marco Doria con 25 presenza e’ arrivato al 92%. Trentasei le delibere votate in sei mesi.

“Nell’ottica del risparmio e del contenimento delle spese abbiamo ridotto da 9 a 7 le commissioni comunali rispetto al precedente ciclo amministrativo – ha sottolineato Guerello – mentre il numero dei consiglieri e’ diminuito per legge da 50 a 40”.