Quantcast

Treni, forti disagi per i pendolari liguri: il Pdl presenta interrogazione in Regione

nuovo treno regionale

Sulle denunce relative ai forti disagi che quotidianamente subiscono i pendolari del Levante ligure i consiglieri regionali del Pdl Matteo Rosso, Roberto Bagnasco e Gino Garibaldi fanno sapere di aver presentato un interrogazione urgente per chiedere alla Giunta regionale maggior monitoraggio ed un intervento immediato.

“Abbiamo voluto raccogliere le proteste dei pendolari dell’Ic 504, anche se in realtà le condizioni di viaggio degli utenti sono critiche in tutta la Liguria, con un evidente peggioramento negli ultimi mesi. L’Ic Livorno – Torino, che arriva a Genova intorno alle ore 9.00, dalle segnalazioni che sono pervenute anche ai nostri uffici nel giro di 6 mesi è passato dall’essere composto da 10 carrozze a 6, con grave disagio per gli utenti. Infatti è bene ricordare che l’Ic 504 è un treno affollatissimo di pendolari già dalla stazione della Spezia, si riempie ancora di più con le fermate di Sestri Levante, Chiavari e Rapallo ed in giornate come quella di ieri, lunedì 22 aprile, rischia addirittura di non riuscire a ripartire da quanto è colmo . Per questo con il nostro documento abbiamo chiesto alla Giunta regionale di intervenire presso Trenitalia affinchè venga garantita, tutti i giorni, e soprattutto il lunedì mattina dove l’affollamento dei pendolari è maggiore, la composizione prevista di 9 carrozze ”.

“Il problema del taglio delle carrozze – continuano i tre esponenti del Pdl – sta creando fortissime criticità, soprattutto sotto il profilo della sicurezza per gli utenti. Un treno stracolmo, con le porte in uscita/entrata spesso rotte, sporco, ridotto nella sua composizione è inaccettabile soprattutto alla luce dell’aumento delle tariffe che i pendolari hanno dovuto sopportare negli ultimi anni: Cartatuttotreno passata da Euro 100 a Euro 180, l’abbonamento che ha subito costanti aumenti negli ultimi anni fino a quasi il 20%”.

“Insomma la situazione sta peggiorando in maniera evidente. A questo punto è necessario che l’Assessore Vesco si attivi. Sappiamo che Vesco ha scritto a Trenitalia segnalando la situazione dell’Ic 504, ma purtroppo dobbiamo prendere atto che la situazione invece che migliorare è peggiorata. Di fronte a tutto questo pensiamo sia necessario agire in maniera più forte, quindi invitiamo l’Assessore a mettere in azione iniziative più pregnanti nei confronti di Trenitalia”, concludono Rosso, Bagnasco e Garibaldi.