Quantcast
Politica

Terzo Valico, M5S contro Burlando: “Altre sono le ‘Grandi Opere’ di cui la Liguria ha bisogno”

trivella trasta no terzo valico

Genova. “Non c’è nessuna opportunità di sviluppo, tanto meno felice, nel continuare a stuprare e indebolire il territorio con Grandi Opere, bucando montagne, innalzando palazzi e lanciando autostrade. Lo stesso sviluppo che foraggia una economia sconfinante nell’illegalità mafiosa, e che ci ha condotto al baratro economico e sociale in cui ci troviamo ora”. E’ la posizione del Movimento 5 Stelle delle quattro province liguri che oggi con una nota congiunta attacca direttamente il presidente della regione, Claudio Burlando.

“Inutile promettere 4000 posti di lavoro- si legge nella nota – a fronte di tutti quelli che verranno persi nel settore turistico e di quelle migliaia già scomparse in questi anni col declino industriale: per rilanciare l’occupazione e la ripresa economica si deve puntare su ben altro, su un deciso cambio di rotta.

Altre sono le “Grandi Opere” di cui la Liguria ha bisogno, dicono i grillini liguri.
“La riduzione del rischio idrogeologico del territorio ligure in primis con una serie di piccoli e medi interventi in grado di diminuirlo immediatamente” così come “l’adeguamento ed il miglioramento sotto il profilo energetico, antisismico, funzionale e tecnologico degli edifici pubblici, in primo luogo le scuole e gli ospedali”.

In questo modo “si ridarebbe vitalità al settore produttivo e di piccola e media impresa, si creerebbe benessere diffuso in tutta la comunità ligure, (da qui il rilancio anche sociale!). Invece si preferisce concentrare mega appalti e denaro pubblico in poche mani, grossi nomi che fanno largo uso del subappalto a condizioni svantaggiose, strangolando le ditte edili più piccole, come dalle loro stesse associazioni denunciato in questi giorni. Forse Burlando, scaduti i due mandati, ha bisogno di ricollocarsi, ed è già in campagna elettorale”, conclude il Movimento 5 Stelle.