Quantcast
Cronaca

Telefonia e tv on demand, grazie a Corecom in due anni rimborsati 800 mila euro agli utenti liguri

tv

Genova. Oltre 800 mila euro sono rientrati in due anni nelle tasche di cittadini-utenti liguri grazie alla mediazione del Corecom della Liguria (Comitato per le Comunicazioni) intervenuto in 3.247 istanze presentate contro compagnie telefoniche e televisioni a pagamento. In gran parte si e’ trattato di controversie sul costo delle bollette e su servizi non richiesti ma addebitati.

I dati sono stati presentati oggi dal presidente del Corecom Lino Serafini e dai commissari Stefano Cavanna, Ivan Giuseppe Drogo, Matteo Ridolfi e Danilo Rocca Bonini, in scadenza di
mandato. “Il risarcimento ai cittadini e’ un dato positivo e significativo in questo momento di crisi – ha detto Serafini -. Parliamo di soldi restituiti agli utenti con assegni, bonifici o
conguagli in bolletta”. Serafini ha sottolineato anche i risparmi ottenuti nella gestione del Corecom stesso: “200 mila euro in due anni resi alla Regione rinunciando a seminari, convegni e opere divulgative”.

Le istanze sono in crescita (1546 nell’anno 2011 e 1701 nel 2012): il 68% ha avuto esito positivo nel 2012 e ha riguardato in primo luogo le compagnie telefoniche di rete fissa, seguite da quelle di rete mobile e dagli operatori internet. In coda quelle relative a televisioni a pagamento.

Il Comitato ha stilato una classifica: Vodafon Omnitel risulta il gestore con il maggior numero di istanze, seguito da Telecom Italia, in crescita le istanze con Fastweb, Wind e Teletu. “Va rilevato l’impegno di alcuni operatori come Telecom, Wind e H3g – scrive il Corecom – ad accordi raggiunti in itinere prima di arrivare all’udienza di conciliazione”.

Tra chi ha presentato istanze anche i Comuni di Noli, Propata, Serra’ Ricco’ e Vobbia per problemi di fatturazione per contratti per telefoni mobili dei dipendenti.

Più informazioni