Quantcast
Cronaca

Stadio in Fiera, il presidente del Coni: “La città deve crederci, occasione più unica che rara”

Genova. Stadio in Fiera? Genova deve crederci. La prima visita di Giovanni Malagò, presidente nazionale del Coni a Genova, è stata un'”interlocuzione preliminare su tutti i temi dell’impiantistica cittadina, dalle palestere scolastiche all’ipotesi del nuovo stadio”

Lo ha spiegato il sindaco Marco Doria che oggi ha ricevuto Malagò a Tursi. “Senza entrare nel merito specifico dei temi – ha sottolineato il sindaco – ma valutando la possibilità di interloquire con Coni servizi” con cui il Comune costruisce la mappatura impiantistica sportiva della città e con cui avviare ragionamenti su investimenti, “che potranno riguardare anche lo stadio della Sampdoria, non solo inteso come impianto calcistico – ha quindi specificato Doria – ma anche come spazi per altre attività sportive”.

L’idea nota, cioè, per cui debba nascere un palazzetto dello sport in prossimità del nuovo stadio. “Tutto questo, naturalmente, è subordinato all’individuazione precisa degli spazi necessari per l’attività fieristica – ha ribadito il sindaco – considerando che le superfici a terra saranno minori rispetto al passato”, come vuole la “Fiera del domani”.

Considerata l’interlocuzione tra più soggetti, l’onere di presentare la proposta sarà della Sampdoria, non prima di aver studiato a fondo la fattibilità in termini di sostenibilità economica. Dopo di che sarà la volta dei soggetti pubblici, in primis la Fiera e gli spazi di cui necessita. Il Comune a sua volta dovrà dire “come utilizzare al meglio le aree lasciate libere dalla Fiera, valutarne la compatibilità con eventi, tessuto urbanistico e viabilità della zona”.

Tutto ciò sulla base di un progetto “che dovrà tenere conto delle diverse sensibilità in termini di impiantistica sportiva, da costruire con Comune e federazioni sportive”. E, naturalmente, sempre tenendo ben a memoria che Tursi “di soldi, ne ha ben pochi”.

E a proposito della mappatura impiantistica sportiva della città, nella visita genovese di Malagò non poteva mancare l’argomento “nuovo stadio” in Fiera.

“Visto che c’è in discussione la riorganizzazione di tutta l’area sarebbe importante, giusto e doveroso pensare anche a qualche altra disciplina – ha detto Malagò – magari creando strutture e impianti multifunzionali per altri sport, su cui Genova è molto indietro. Sarebbe un’occasione più unica che rara”.

“Nel rispetto delle regole e senza ledere diritti – ha aggiunto il presidente del Coni – non ci si deve spaventare di fronte alle complicazioni”. Un’opportunità troppo importante, ha concluso e sottolineato Malagò, perché “l’impiantistica di base e di vertice, profit o senza scopo di lucro, è uno tra i pochissimi settori in grado di dare sviluppo e occupazione al Paese”. La città, è l’invito di Malagò, “deve crederci”.