Spending review, lo Stato non versa crediti per 32,5 milioni e la Provincia di Genova si rivolge al Tribunale di Roma - Genova 24
Economia

Spending review, lo Stato non versa crediti per 32,5 milioni e la Provincia di Genova si rivolge al Tribunale di Roma

piero fossati

Genova. In un anno e mezzo il credito accumulato nei confronti dello Stato è cresciuto di altri 2,7 milioni, passando dai 29.918.325 dell’autunno 2011 ai 32.611.388 attuali, ma alla Provincia di Genova non è ancora stato versato un euro di questi trasferimenti erariali maturati negli anni, riconosciuti dal Ministero dell’Interno e mai finora saldati dal Ministero dell’Economia.

Per questo l’ente locale genovese ha deciso di rivolgersi al Tribunale di Roma, incaricando con delibera del commissario Piero Fossati adottata con i poteri della Giunta Provinciale, un legale del Foro capitolino di seguire la pratica
guridica, presentando la richiesta di un decreto ingiuntivo nei confronti dei due dicasteri per ottenere finalmente le ingenti somme “dovute e assolutamente necessarie e fondamentali per il nostro ente – dice Piero Fossati – per consolidare un bilancio molto martoriato dai tagli, nonostante alcuni positivi alleggerimenti, e garantire i servizi sul territorio”.

“Dal 1° gennaio 2008, cessate le norme sulla ‘tesoreria unica’ tutte le partite di credito che la Provincia di Genova aveva maturato negli anni precedenti dallo Stato per trasferimenti erariali non versati “sono divenute esigibili senza alcun
limite – ricorda il commissario – e la loro somma complessiva supera i
32,5 milioni di euro”.

Crediti ingentissimi che più volte il Ministero dell’Interno (le ultime con e-mail del 11 febbraio e poi con nota del suo direttore centrale per la Finanza locale del 7 marzo scorso) ha confermato, precisando che per soddisfarli sarebbero stati utilizzati fondi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, secondo un piano di
rientro stabilito dallo stesso dicastero, “senza peraltro fornire – si legge nella delibera della Provincia – indicazioni sulla tempistica del pagamento dovuto.”

Considerato che dall’ultima comunicazione dell’Interno sono ormai passati quaranta giorni e “nessun versamento neppure parziale è stato effettuato in favore della Provincia di Genova” l’ente ha deciso di procedere affidando l’incarico allo studio legale Proto di Roma, con specifica esperienza nel settore (e curatore anche di un analogo atto per la Provincia di Savona) di presentare al
Tribunale di Roma la richiesta di emissione di un decreto ingiuntivo nei confronti dei Ministeri dell’Interno e dell’Economia e delle Finanze per il pagamento dei crediti erariali dovuti alla Provincia.