Quantcast
Sport

Società Ginnastica Rapallo, centrata la qualificazione al campionato nazionale di Specialità

Società Ginnastica Rapallo bis

Rapallo. Ancora un ottimo risultato per la Società Ginnastica Rapallo, che per la seconda volta consecutiva riesce a qualificarsi alla fase finale del campionato nazionale di Specialità Fgi di ginnastica ritmica, con una coppia agli attrezzi palla-nastro.

A Biella, in un programma che vedeva schierate società provenienti da tutta Italia, Giorgia Gasparian ed Elisa Rovetta si sono trovate ad aprire la competizione della categoria coppie, ultimamente quasi un’abitudine per le atlete rapallesi; d’altra parte questa posizione, normalmente svantaggiata, ha dato loro la soddisfazione di entrare in pedana subito dopo l’esibizione della nuovissima formazione della squadra nazionale italiana, per l’occasione presente insieme a tutto lo staff tecnico federale nazionale. Una buona esecuzione ha consentito alla coppia rapallese di posizionarsi al quarto posto con 12,400 punti, guadagnandosi così la partecipazione alla corsa per il podio, riservata alle prime sei in classifica; qualificazione che ha peraltro lasciato fuori alcune società che i pronostici avrebbero dato per favorite.

Nella finale, le ginnaste tigulline hanno espresso una esecuzione ancora migliore, anche se con qualche imprecisione; quarto posto per loro anche nella classifica finale, ma questa volta un po’ stretto, con un 12,500 che le posiziona a pochi decimi di punto da un podio per loro tutt’altro che inaccessibile. Alla tecnica Francesca Bosco sono comunque state indirizzate, anche da parte delle altre società presenti in gara, espressioni di grande apprezzamento per il lavoro svolto da lei e dalle altre tecniche Liliana Democrito, Nadia Giovannetti e Michela Fioravanti: il che, confrontando le risorse e le strutture a disposizione della società rapallese con quelle in uso ad altre società, non può che essere motivo di soddisfazione.

Le rapallesi tornano a casa quindi con un risultato che avrebbe potuto essere migliore, ma che le riconferma tra le più importanti realtà della Liguria, regione che ha visto accedere alla finale nazionale solo altre tre ginnaste.