Quantcast

RoboBusiness: dall’industria alla sanità, la sfida della robotica parte da Genova

Genova. Negli anni recenti, nonostante la crisi economica, il settore della robotica industriale ha fatto registrare uno sviluppo importante: il 2011 è stato un anno record, con circa 170.000 robot industriali venduti (38% in più rispetto al 2010) e anche il 2012 è stato un anno di successo.

“Si prevede che il trend positivo proseguirà anche nel 2013 e per i prossimi anni, rispondendo all’obiettivo di incrementare la produttività, la redditività e garantire la sostenibilità della produzione industriale”, ha spiegato Arturo Baroncelli, vice presidente dell’International Federation of Robotics. “Anche la robotica di servizio per uso professionale, nei suoi diversi settori di applicazione, dalla difesa alla medicina, dall’agricoltura alla logistica, è cresciuta del 9% nel 2011 e le previsioni per il futuro sono positive. In crescita infine anche il settore della robotica di servizio per uso personale e domestico”.

Ha preso il via oggi a Genova, presso il Centro Congressi dei Magazzini del Cotone nell’Area del Porto Antico, RoboBusiness Europe (RBE), la prima edizione europea della manifestazione business-to-business di riferimento per lo sviluppo dell’industria della Robotica, che fino a domani riunisce i migliori ricercatori, imprenditori, aziende e investitori del settore. L’evento porta per la prima volta in Europa il format del RoboBusiness Leadership Summit, che negli Stati Uniti è giunto all’ottava edizione. (www.robobusiness.eu)

Con la partecipazione di oltre 40 relatori internazionali, provenienti da tutta Europa e dagli USA, la conferenza si è aperta questa mattina con una general overview su uno dei settori a più alta crescita e maggiore potenziale innovativo e di impatto sulla società e l’economia. La giornata è proseguita quindi con le sessioni specialistiche dedicate a settori specifici della robotica, la prima delle quali dedicata alle sfide della robotica industriale, con particolare riferimento alle innovazioni che la robotica sta portando nell’automazione industriale.

Si sono poi approfonditi i diversi aspetti della robotica in sanità: sia quelli ormai consolidati, come la robotica chirurgica, sia quelli in via di affermazione come la robotica riabilitativa, o infine quelli di frontiera come la robotica per l’assistenza in remota agli anziani e ai lungo-degenti.

Nel pomeriggio, si è parlato di robotica per la gestione delle emergenze e in ambienti pericolosi, approfondendo i settori industriali in cui la robotica di servizio è chiamata a svolgere compiti complessi in ambienti a rischio per l’uomo: impianti nucleari, edifici danneggiati dai terremoti, ambienti sottomarini, scavo di tunnel.

Importante manifestazione dedicata a dare concreto impulso allo sviluppo dell’industria robotica, RoboBusiness Europe include inoltre “Robomatch”, una sezione dedicata esclusivamente gli incontri b2b tra imprese, che a partire da oggi ha messo in agenda oltre 60 incontri di business.

Domani, seconda giornata di lavoro, RoboBusiness sarà dedicato totalmente ai temi dei finanziamenti, delle partnership pubblico-private, delle attività e degli obiettivi seguiti dai principali venture capital e fondi europei.

Le considerazioni finali e la conclusione della conferenza RoboBusiness Europe saranno infine affidate a Roberto Cingolani, Direttore Scientifico dell’IIT – Istituto Italiano di Tecnologia.

La prima edizione di RoboBusiness in Europa è stata organizzata dalle società italiane Innovability e Clickutility – specializzate nell’organizzazione di eventi B2B con particolare riferimento al settore dell’hi-tech – in partnership con l’americana EH Publishing.
L’evento è sostenuto da Camera di Commercio di Genova, Polo della Robotica e Confindustria Genova, e si avvale del contributo scientifico e organizzativo dell’IIT – Istituto Italiano di Tecnologia e della Scuola Politecnica dell’Università di Genova. Infine “Robomatch” è organizzato con il supporto di Unioncamere Liguria.

Più informazioni