Quantcast

Resistenza, lunedì in Provincia “Sciuscia, storia, storie e storielle di un colto analfabeta”

provincia genova

Genova. Sensibilizzare i ragazzi delle scuole, in occasione del 25 aprile, sulla tragedia della guerra e sulla resistenza, con un esempio simbolico dell’inizio del cammino democratico e di libertà: l’evento teatrale ‘Sciuscia, storia, storie e storielle di un colto analfabeta’, che verrà rappresentato lunedì 22 aprile alle 10 nella sala del consiglio provinciale (palazzo Doria Spinola, largo Lanfranco 1), con il patrocinio dalla Provincia di Genova e il sostegno di Anpi Pegli e Gruppo Città di Genova, è un monologo tratto dall’omonimo testo di Giovanni Minniti (Editrice Marvaggi 1998), che recupera uno spaccato di vita quotidiana negli anni tragici del fascismo.

Il testo, nato su progetto didattico di Carmela Minniti, con coordinamento artistico e interpretazione di Sandro Baldacci e adattamento teatrale e poesie di Ivano Malcotti, nasce dall’esperienza di Giovanni Minniti, nato nel 1917 a Motta San Giovanni, un piccolo paese della provincia di Reggio Calabria, e approdato a Genova dopo un lungo e accidentato percorso di povertà, di stenti e avvenimenti rocamboleschi, dal deserto calabrese a quello vero dell’Africa settentrionale, passando per tante piccole e grandi città d’Italia, fino al giorno della liberazione. Uno spaccato
di storia del ‘900, raccontato con ironia e tanta umanità, una storia da tramandare alle nuove generazioni che vogliono capire cosa è stato il ‘secolo drammatico’ delle due guerre e della liberazione.

L’evento sarà preceduto da un saluto di Piero Fossati, commissario straordinario della Provincia di Genova, e di Massimo Bisca, presidente dell’Anpi. Partecipano all’incontro Valter Mereta (Gruppo Città di Genova), Carmela Minniti e Andrea Macario (Anpi Sez. Ge. Pegli).