Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Napoli-Genoa: le nostre pagelle

Il Napoli dilaga nel gioco, non nei gol. Il Genoa ha già la testa al derby.

Frey 7 – i primi tre minuti li passa facendo due buone parate e raccogliendo due palloni, poi dice di no a Hamsik con il piede sinistro. Para di tutto a Cavani, compreso un rigore. Da salvaguardare. Panda.

Granqvist 5,5 – il primo anticipo su Cavani è comodo, di petto e si salva in calcio d’angolo. Poi peccato mortale, perché perde il duello che porta all’1 a 0. Da lì, quando la becca, spazza senza fronzoli. Contundente.

Portanova 6 – pronti via prende una botta in alta quota con Cavani, poi si mette concentrato e feroce a fermare negli uno contro uno Cavani. Non di rado esce vincitore. Ferroso.
Moretti 6 – non va mai in affanno, nonostante giochi contro una squadra che sa rendere ridicola qualsiasi difesa. Esce spesso palla al piede con eleganze. Orpello.

Kucka 5,5 – la solita qualità, la giusta dose di coraggio nel provare qualche tiro da fuori, tanta personalità, ma poi entra in ritardo su Hamsik per il fallo da rigore e per non rischiarlo per il derby Ballardini decide di tirarlo fuori dall’agone. Sacrificato. Dal 60’ Jorquera sv – uno scampolo di partita, qualche dribbling, un paio di tiretti. Anatroccolo.

Matuzalem 5 – se il Genoa esce con più possesso palla da questo match, il merito è un po’ suo, ma è certo che l’obiettivo del calcio è anche sbatterla dentro. Almeno ogni tanto. Fumoso.
Jankovic 5,5 – obbligato a giocare laterale, partendo basso. Ha davanti Armero, avversario che se è in giornata fa venire il mal di testa. Aspirina preventiva, buona volontà e qualche calcio piazzato da distanze siderali. Dignitoso. Dal 60’ Oliveira 5,5 – un po’ di peso e sfrontatezza, ma la rapidità è un’altra cosa. Moviola.

Rigoni 5 – utilizza sciabola e fioretto, ma sbaglia ogni volta il momento in cui utilizzarli. Disadattato.

Bertolacci 5 – gli spunti ce l’ha, ma in questa partita dai suoi piedi non parte mai né un assist né un tiro in porta. Inconcludente. Dal 50’ Vargas 6,5 – suoi i due tentativi più pericolosi del march rossoblu. Focalizzato.

Antonelli 6 – pericoli arrivano tutti da zone di campo che non gli competono, recapita a nessuno qualche bel cross. Generoso.

Immobile 5,5 – spazia in tutto il ventaglio dell’attacco in cerca di uno spiraglio in cui incunearsi. Classica partita di un attaccante che se trova il gol si becca lodi, forse sperticate. Ma il gol non lo trova e allora ci si interroga sull’utilità di tutte quelle energie sprecate sul campo. Spremuto.