Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Matuzalem nell’occhio del ciclone. Con la maglia del Genoa dieci partite e due avversari ko

Genova. È arrivato al Genoa a gennaio, da quel giorno ha accumulato dieci gettoni di presenza. Parliamo ovviamente di Matuzalem, croce e delizia di Davide Ballardini. La delizia sta in quei piedi capaci di inventare di cui la squadra era priva prima del mercato di riparazione. La croce sta nella cattiveria agonistica del giocatore.

Dieci partite rossoblù e già due giocatori avversari abbattuti. E per abbattuti intendiamo messi ko dal momento del fallo a fine stagione. Matuzalem ha cominciato con Cristian Brocchi. Genoa-Lazio, intervento da dietro, intervento folle, durissimo: rosso diretto per il brasiliano con il biancoceleste portato via in barella e fuori causa fino alla fine del toreo. Vecchie ruggini ma non esistono giustificazioni.

Poi la squalifica e gli infortuni che lo hanno spesso messo fuori causa. Il recupero, le chiavi del centrocampo affidategli dal tecnico. È successo anche in occasione del derby, il giorno in cui Matuzalem ha messo ko Nenad Krsticic. Il genoano se l’è cavata con un giallo (graziato dall’arbitro), il cugino con un infortunio tutt’altro che lieve: lesione del legamento astragalico, del legamento peroneo-calcaneare e della capsula della caviglia sinistra. In soldoni, stagione finita.

Su Matuzalem sono piovute critiche, in molti lo hanno definito un macellaio, un killer. In rete le immagini dei suoi falli (su Brocchi, Krsticic ma anche su Francesco Totti e Fabio Borini tanto per citarne qualcuno) riempiono social network e blog.

A spezzare una lancia in suo favore è stato l’agente di Krsticic, Marco Naletilic. Queste le parole rilasciate a calciomercato.it: “Non so se dopo la partita Nenad ha avuto l’occasione di parlare con Matuzalem ma io conosco il brasiliano da tanti anni, non è una persona cattiva. Ha un curriculum di livello e non è certo conosciuto per questo tipo d’interventi che comunque sono brutti. Può capitare, si è trattato di un intervento di gioco, fa parte del mestiere di calciatore”.

L’aver evitato il rosso consentirà a Matuzalem di giocare contro l’Atalanta sabato al Ferraris. Una buona notizia per i rossoblù, il brasiliano è uno degli insostituibili nonostante le non ottime prestazioni degli ultimi tempi. Genoa-Atalanta, gara da vincere a tutti i costi con il Siena (l’avversario numero uno nella corsa salvezza) impegnato contro il Chievo. Servono i 3 punti ma ci sarà da sudare. Se Moretti e Kucka sembrano in grado di poter recuperare in tempo utile, sono già da marcare le assenze di Borriello e Vargas, appiedati dal giudice sportivo. Di positivo c’è che i nerazzurri si presenteranno a Genova privi del bomber Denis.