Liguria, Montaldo: "Nuovo assetto del San Martino-Ist all'esame della commissione" - Genova 24

Liguria, Montaldo: “Nuovo assetto del San Martino-Ist all’esame della commissione”

ist san martino

Genova. Dopo il passaggio di quest’oggi in Giunta regionale il nuovo assetto dell’ospedale San Martino – Ist come è stato presentato dalla direzione dell’ospedale, d’intesa con l’Università, verrà sottoposto nei prossimi giorni alla terza commissione consiliare per il parere definitivo. Lo ha comunicato quest’oggi l’assessore alla salute, Claudio Montaldo.

Il piano individua anche le strutture semplici dipartimentali della direzione ospedaliera e universitaria a integrazione di quanto già portato all’attenzione della Giunta il 24 ottobre scorso per quanto riguarda le strutture complesse. In particolare la proposta della direzione dell’ospedale prevede per la parte universitaria: tre chirurgie (senologica, linfatici, e d’urgenza), una Cardiologia interventistica nell’ambito del dipartimento di medicina interna, la struttura di Fisiopatologia respiratoria, Genetica dei tumori rari e Microbiologia. Per quanto riguarda invece la parte ospedaliera sono previste: quattro Chirurgie (epatobiliari e dei trapianti di fegato, dei trapianti di rene, senologica 2 e ad indirizzo oncologico); un’unità di terapia coronarica intensiva, le cure intermedie e il reparto detenuti, la struttura di alcologia e patologie correlate, Foniatria, Diabetica e nutrizione, Hospice e cure palliative, Radiologia generale, diagnostica mammografica, oncologia molecolare e angiogenesi, regolazione dell’espressione genica, biopolimeri e proteo mica, lo stabulario, il coordinamento regionale cure palliative e la Medicina legale con il coordinamento trapianti.

“E’ stato un percorso lungo – ha detto Montaldo – al quale si arriva finalmente con un’intesa tra la direzione del San Martino e l’Università. A questo punto alla commissione competente spetta il compito di discutere approfonditamente il documento per dare un indirizzo che consenta un salto di qualità di cui l’ospedale San Martino ha bisogno, nell’attuazione del processo di costruzione del nuovo istituto”.

NNNN