Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

In mille al Signorini per il Genoa: “Onora 120 anni di storia, lotta, combatti e conquista la vittoria”

Pegli. Il derby si avvicina, i tifosi fremono. Questo Genoa-Sampdoria vale tanto, tantissimo. Di mezzo non c’è solo la supremazia cittadina. I rossoblù si giocano una bella fetta della stagione in 90’. Devono fare punti per non perdere terreno nella sempre più delicata corsa salvezza.

Il Ferraris sarà gremito come gremiti erano oggi gli spalti del Signorini di Pegli. Tempo di allenamento a porte aperte, tempo di partitella in famiglia. Per i tifosi l’occasione giusta per abbracciare idealmente la squadra.

Circa un migliaio i sostenitori accorsi al Pio. Cori, fumogeni, incitamenti. L’obiettivo è chiaro, caricare a palla gli uomini a disposizione di Davide Ballardini. Srotolati anche due striscioni. Il primo firmato 5r: “Onora 120 anni di storia, lotta, combatti e conquista la vittoria”. Sull’altro la scritta “Volevano ucciderci, ci hanno reso immortali”.

Immortale sarebbe anche il giocatore capace di decidere la partita a favore del Grifone. Difficilmente potrà toccare a Juarj Kucka, i progressi ci sono ma le speranze di vederlo in campo domenica sono ridotte al lumicino. Sicuramente non al 100% anche Marco Rossi ma il capitano vuole esserci, almeno per uno spezzone. Ufficializzato il nome del fischietto che dirigerà l’incontro: tocca a Daniele Orsato di Schio.