Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Governo Letta, anche l’appoggio ligure è trasversale: dal Pd al Pdl

Genova. I primi complimenti, in ordine di tempo, sono arrivati ieri da Lorenzo Basso e Giovanni Lunardun del Pd, rispettivamente segretario Pd Liguria e Genova (il primo è anche deputato e domani si troverà a votare la fiducia al governo Letta).

“Facciamo il nostro più sincero in bocca al lupo al Presidente del Consiglio incaricato Enrico Letta. Come è noto avremmo desiderato un Governo diverso, un Governo di cambiamento senza il Pdl. Tuttavia, dopo la chiusura del M5s e dopo le convulsioni sulla Presidenza della Repubblica, quella di un Governo di servizio è l’unica prospettiva concreta per affrontare subito le emergenze del Paese, a partire dal rifinanzianento degli ammortizzatori sociali, l’eliminazione dell’aumento IVA, la riforma della Tares e la rimodulazione dell’IMU”.

Aggiungono poi: “Esprimiamo inoltre soddisfazione per la scelta di Andrea Orlando. Con lui la Liguria torna in primo piano al Governo del Paese, in un dicastero significativo anche per la nostra regione come quello delle Politiche Ambientali e del Mare”.

Toni più entusiasti quelli di Roberto Bagnasco che arriva ad affermare: “Belin che governo!”.

“E’ la prima espressione, certamente non elegante, ma molto indicativa dello stato d’animo nei confronti del nuovo Governo. Una nuova classe dirigente di giovani con la necessaria esperienza insieme a qualche (per fortuna non molti) tecnico di valore. Il Pdl ha dato un contributo fondamentale alla nascita del Governo Letta”. Così commenta infatti il consigliere regionale del Pdl Roberto Bagnasco che continua: “Ancora una volta il Presidente Berlusconi ha saputo confermare le proprie qualità e stupire i detrattori. La presenza di Angelino Alfano e di tutti i nuovi Ministri del Pdl indica con chiarezza che non è il solito governicchio balneare ma una compagine che pur nelle difficoltà della situazione del Paese può affrontare e risolvere i problemi più importanti”.