Quantcast

Genova, la cultura che crea lavoro: 200.000 euro per start-up promosse da under 35

culturability

Genova. Cultura, creatività, innovazione, startup promosse da giovani sono le parole chiave dell’incontro che Fondazione Unipolis, Legacoop Liguria e Informagiovani hanno organizzato oggi per presentare il bando “Culturability, fare insieme in cooperativa” che mette a disposizione 200.000 euro per start-up culturali e creative promosse da under 35.

La gradinata era stracolma di giovani interessati ad approfondire le opportunità di questo bando promosso da Unipolis per sostenere la creazione di start up culturali e creative ad opera di under 35 in forma cooperativa.

“A disposizione ci sono 200.000 euro e un percorso di accompagnamento e sostegno garantiti da una rete di partner qualificati (Unipol Banca, Unipol Assicurazioni, Legacoop, Generazioni, SeniorCoop e Coopfond).

Gli aspiranti startupper – spiega la responsabile del progetto Roberta Franceschinelli della Fondazione Unipolis -, riuniti in team di almeno 3 componenti, hanno tempo fino al 30 aprile per presentare il loro progetto di impresa on-line su www.culturability.org. Sul sito ci si iscrive, si può rendere pubblico il proprio progetto, ottenendo visibilità e raccogliendo suggerimenti, raccontare la propria esperienza e, se lo si desidera, condividerla con altri grazie a particolari supporti tecnici”.

“Sosteniamo questo importante bando promosso da Unipolis proseguendo così il nostro impegno per mettere a disposizione dei giovani liguri strumenti e finanziamenti per avviare nuove imprese – spiega il presidente di Legacoop Liguria, Gianluigi Granero -. Il grande interesse che i giovani hanno mostrato oggi in questa tappa di presentazione di Culturability dimostra la volontà dei ragazzi di mettersi in proprio scegliendo la formula cooperativa come quella più adatta per realizzare i loro progetti insieme ad altri. Il fatto che questo interesse si sia mostrato oggi per progetti in cooperativa riguardanti il mondo della Cultura rappresenta per noi un ulteriore elemento di soddisfazione in una fase storica che sembra sottovalutare le grandi potenzialità di questo settore in Italia”

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con l’Ufficio Cultura e Città del Comune.

Più informazioni