Quantcast

Genoa-Sampdoria: le pagelle dei rossoblù

Matuzalem

Il Genoa riprende la Sampdoria e porta a casa almeno un punto fondamentale in chiave salvezza. Merito di una magia di Matuzalem che sorprende Romero e fa espoldere la Nord. Un delitto non aver approfittato di 15′ di superiorità numerica.

Frey 5: sul gol di Eder l’interrogativo è lecito. Colpa del portiere o della barriera? Probabilmente di entrambi. Dialoga poco con i compagni dando l’impressione di non sentirsi sicuro. Incerto.

Granqvist 6: sicuro e tranquillo, Icardi ed Eder (poi Sansone) non lo impensieriscono. Non sarà veloce come gli avversari ma ci mette fisico ed esperienza. Garanzia.

Portanova 6: il gigante arrivato dal Bologna offre una prestazione all’altezza delle aspettative. Gli attaccanti blucerchiati non riescono mai a beffarlo e a liberarsi al tiro. Gladiatore.

Manfredini 6: al di là della fase difensiva stupisce il gran numero di palloni che passano dalle sue parti. Le azioni dei rossoblù nascono spesso dai suoi piedi, dalle sue intuizioni. Aiuto-regista.

Pisano 5: Estigarribia fa quel tanto che basta per costringerlo a rimanere bloccato dietro, non supera mai il cerchio di centrocampo. Intimidito. Dal 1’st Vargas 6: non che faccia i miracoli ma la sua presenza sembra dare maggior sicurezza al Grifone. Gioca da attaccante aggiunto, sbaglia alcuni passaggi. Fa valere la propria grande esperienza. Agguerrito.

Kucka 5,5: Ballardini lo recupera in extremis e lo butta in campo. Non è al top della condizione e si vede ma il suo carattere e il suo fisico servono come il pane. Lotta con Munari, fa a sportellate con Obiang. Regala un’evitabilissima punizione dal limite alla Samp, quella che vale il vantaggio degli avversari. Ingenuo.

Matuzalem 7: dopo pochi minuti rimedia un giallo che tende all’arancione per un duro intervento su Krsticic. L’arbitro lo grazia, il brasiliano si da una calmata e comincia a giocare. Nella ripresa inventa un cucchiaio dalla distanza che beffa Romero e fa esplodere la Nord. Mago.

Antonelli 5,5: gioca fuori ruolo, da intermedio. Spiazzato da questa mossa va in affanno, fatica nel far valere il proprio scatto bruciante. Si ritrova spesso a inseguire De Silvestri. Frastornato.

Moretti 6: si ritrova a fare il quinto di centrocampo ma è spesso costretto ad arretrare in difesa. Qualche buono spunto, qualche bella galoppata. Una prestazione da leader. Capitano. Dal 35’st Rigoni: non riesce a incidere, non è facile in così pochi minuti. Figurante.

Borriello 6,5: si fa un mazzo tanto. I palloni non gli arrivano e l’ex romanista va a prenderseli a centrocampo. Cerca di far salire la squadra, di mettere in difficoltà Palombo e Gastaldello. Da solo contro tutti però è dura. Instancabile.

Immobile 4,5: quando si gioca il derby di Genova corsa e impegno non bastano. Servono idee, giocate, passaggi precisi e tiri ma il numero 17 non ne imbrocca una. La Nord non gradisce, nemmeno Ballardini. Fischiato. Dal 14’st Floro Flores 5,5: è fuori forma ma sembra poter essere più prezioso del compagno di cui ha preso il posto. Buona l’intesa con i compagni ma c’è ancora da lavorare. Battibecca con gli avversari. Nervoso.