Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Frana in via Dassori, Legambiente: “Stanotte è venuto giù un muro, domani?”

Genova. “Si potrebbe dire: avanti il prossimo! Perchè di una cosa siamo certi ci sarà il prossimo e il prossimo ancora, come in via Varese, come al Lagaccio. E non è la casualità, la speculazione edilizia, le piogge torrenziali”. Così Andrea Agonistini, Presidente Circolo Nuova Ecologia Legambiente Genova commenta l’ennesima frana in via Dassori.

“Il muro caduto stanotte è un vecchio muraglione in pietra degli anni 20 che serviva da riparo alle case costruite in via Montesuello, sopra c’erano orti e parchi – spiega Agostini – Ora sopra quel muro ci sono casoni e c’è una strada dove ogni giorno passano centinaia se non migliaia di auto e sopratutto camion a pieno carico. Quel muro non è stato costruito per reggere quel peso statico e chi ha permesso la costruzione di quella strada (per fare altre casone in terreni altrimenti non edificabili) si è macchiato di molti peccati per la sua onorabilità, chi però oggi continua ad autorizzare il passaggio di carichi pesanti su quella strada sta seduto in ufficio in comune, così come quello che ha autorizzato l’enorme cartellone pubblicitario sul muro soprastante che tappa tutte le caditoie, come chi non si è accorto – ma pere farlo bisognerebbe andare a guardare – che su molte caditoie stanno da re i ragni con le loro ragnatele”.

Il problema della sicurezza idraulica, statica, idrogeologica “si risolve con una attenta monitorizzazione e un intervento preventivo che in alcuni casi obbligi i proprietari a fare manutenzioni per cause di incolumità pubblica”, conclude Agostini.