Politica

Elezioni Quirinale, M5S: “Istituzioni violentate, dobbiamo vigilare sulla democrazia”

Genova. “Adesso l’accordo sottobanco tra PDL e PD -L è evidente a tutti. La rielezione di un Presidente della Repubblica ottantottenne è la beffa finale per gli italiani che contavano di aver votato, ognuno per la propria convinzione politica, un reale cambiamento”.

Il Movimento 5 Stelle spara a zero sull’elezione di Giorgio Napolitano al Quirinale. “La casta di Roma risponde invece con un inciucio di proporzioni mirabolanti e aberranti scartando una Giurista di fama internazionale e di ampie garanzie come Stefano Rodotà, promettendo per i prossimi giorni il solito giro di cariche tra i soliti personaggi triti e ritriti”.

“Esprimiamo – continuano – quindi la nostra totale e incondizionata solidarietà ai militanti degli altri Partiti che si sono rispecchiati nella limpida candidatura di Stefano Rodotà, a cui va il nostro più profondo ringraziamento e che sono stati traditi dalla loro dirigenza”.

“Invitiamo – concludono – tutti i Cittadini a vigilare sulla Democrazia e sulle Istituzioni del nostro amato Paese nuovamente violentate da accordi sotto banco volti a tutelare solo gli interessi di pochi noti. Alla fine, tutti insieme, riusciremo “a riveder le stelle”.