Quantcast

Earth Day, Genova sempre più “green”: la seconda vita dei piccoli rifiuti elettronici, dall’indifferenziata alla “RAEE-ccolta”

raee rifiuti elettronici

Genova. Lunedì 22 aprile, in occasione della “Giornata mondiale della Terra”, a Genova si svolgerà “La Grande RAEE-ccolta”, un’iniziativa del Comune (Assessorato all’Ambiente) in collaborazione con Amiu.

Si tratta della prima raccolta straordinaria cittadina dei piccoli rifiuti elettronici, ovvero degli oggetti, ormai rotti e inutilizzabili, che per funzionare hanno bisogno di una presa elettrica o di batterie. I genovesi potranno portare questo tipo di rifiuti, la cui sigla è “RAEE”, in sette punti della città, in orari diversi.

Con questa iniziativa il Comune di Genova aderisce per la prima volta alla “Giornata mondiale della Terra” (Earth Day), che quest’anno si propone, in particolare, di sensibilizzare il maggior numero possibile di persone sui problemi legati all’inquinamento, offrendo consigli e suggerimenti, proponendo in tutto il mondo iniziative per incentivare uno stile di via sostenibile e spingere all’uso di pratiche sempre più “green”.

“Attraverso l’adesione a questa manifestazione per l’ambiente di livello internazionale – dichiara l’assessore Valeria Garotta – il Comune di Genova, in collaborazione con Amiu, vuole sensibilizzare i cittadini all’importanza del riciclo, promuovendo un atteggiamento più consapevole verso una categoria di oggetti, quella dei piccoli elettrodomestici, che fa parte del nostro vivere quotidiano. Smaltire correttamente i piccoli elettrodomestici giunti a fine vita – prosegue l’assessore Garotta – previene l’inquinamento e consente il recupero di materiali in alcuni casi anche pregiati. I RAEE infatti sono rifiuti recuperabili al 97%. Purtroppo oggi il più delle volte finiscono nell’indifferenziato, se è vero che meno di uno su cinque di questi oggetti viene correttamente conferito alle isole ecologiche. Pensiamo all’oggetto simbolo del nostro tempo: molti di noi hanno a casa almeno un vecchio cellulare non più utilizzato. Chiediamo ai nostri cittadini – sottolinea l’assessore – di portarlo lunedì nelle piazze vicine a casa o all’ufficio dove troveranno i mezzi dedicati di Amiu. Un piccolo gesto che li renderà protagonisti della Giornata Mondiale della Terra”.

La sensibilizazzione verso questo tipo di rifiuti non è un caso. “Ci rivolgiamo ai Raee – conclude l’assessore – perché con Amiu stiamo lavorando a un progetto per cui abbiamo richiesto un finanziamento all’Unione Europea che riguarda proprio la logistica per la raccolta dei piccoli Raee”. Mentre con i grandi elettrodomestici, ad esempio, il riciclo avviene in maniera efficace con la raccolta 1-1, non succede lo stesso con i piccoli rifiuti elettronici. “Ci auguriamo che il progetto possa essere finanziato presto”.

Nell’attesa, per la “Grande RAEE-ccolta” di lunedì prossimo alcuni camioncini dell’Amiu (i cui addetti avranno anche la funzione di distribuire materiale informativo) saranno presenti in punti diversi della città. In particolare: al mattino dalle ore 8 alle ore 12 in piazza De Ferrari (davanti al teatro Carlo Felice), tra i banchi del mercato in piazza Palermo alla Foce e in piazza Tre Ponti a Samperdarena, in via Daste a Sampierdarena, in piazza Baracca a Sestri Ponente; nel pomeriggio dalle ore 14.30 alle 18 ancora in piazza De Ferrari davanti al Teatro Carlo Felice, in piazza Goffredo Villa a Castelletto, nei giardini di Quinto (piazzale Rusca) e in piazza Pallavicini a Rivarolo.

A Genova i rifiuti elettronici, i RAEE, raccolti nel corso del 2012 nelle quattro isole ecologiche cittadine, sugli Ecovan (i mezzi dell’Amiu che con appuntamenti fissi e regolari nei diversi quartieri svolgono le funzioni di piccole isole ecologiche mobili) e tramite i ritiri a domicilio raggiungono le 4.042 tonnellate.

Ecco alcuni esempi di piccoli elettrodomestici RAEE: telefoni cellulari, caricabatterie, lettori mp3, chiavette usb, aspirapolvere, scope meccaniche, macchine per cucire, ferri da stiro, tostapane, friggitrici, frullatori, apparecchi elettrici per preparazione cibi e bevande, asciugacapelli, spazzolini da denti elettrici, rasoi elettrici, sveglie, orologi da polso o da tasca, bilance elettriche, ventilatori elettrici, giocattoli a pile o batterie, console di videogiochi.
Informazioni più dettagliate sull’argomento si possono trovare sul sito www.consorzioremedia.it