Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bomba a Calata Bettolo, iniziate le operazioni di disinnesco: sarà tagliata in tre e bruciata foto

Genova. Come previsto le operazioni di bonifica sono iniziate attorno alle 9 di questa mattina e proseguiranno per tutta la giornata, fino a pomeriggio inoltrato.

Dalle 8.30, però, la zona limitrofa a Calata Bettolo, nel porto di Genova, è stata interdetta alla popolazione per permettere di rimuovere la bomba inesplosa trovata il 5 marzo scorso.

L’ordigno, di nazionalità americana, è risalante alla seconda guerra mondiale, pesa 500 libbre ed è armata con due spolette. Le attività di bonifica saranno affidate al 32° Reggimento Genio Guastatori di Torino.

All’interno della “danger zone”, 300 metri dall’ordigno, sono stati sgomberati personale civile, attività produttive e insediamenti. A differenza delle ultime bonifiche la bomba non sarà trasportata in una cava ma sarà fatta a “fette” e bruciata perchè le condizioni della spoletta anteriore non consentono una bonifica in sicurezza.

Fino alle 18.30 è disposta l’interdizione aerea sulla zona fino a circa 900 metri, il traffico ferroviario, lo specchio acqueo e la disattivazione dei ponti radio fino a cessata emergenza.

Interdetta la circolazione dei mezzi pesanti sulla confluenza di Lungomare Canepa, via di Francia e il casello Genova ovest ed area portuale di Calata Bettolo.

I gestori di telefonia mobile hanno anche interrotto i servizi nel raggio di 1050 metri dal sito. Così come per quanto riguarda l’energia elettrica di media tensione e le apparecchiature elettromeccaniche in funzione, fino alle 11.30.

E’ stata infine disposta la disattivazione nel raggio di 8 km dal punto di despolettamento delle stazioni di grande potenza superiori a 1500 W per la radiodiffusione in funzione.