Quantcast
Cronaca

Biglietto integrato, lo strappo dei Consumatori: “Gli aumenti previsti superano quanto concordato”

autobus amt

Genova. Alla vigilia del consiglio comunale sulla revisione delle tariffe per il biglietto integrato, la trattativa tra consumatori e Tursi è rotta.

“Le associazioni dei consumatori e degli utenti avevano dato la loro disponibilità, con grande sacrificio e senso di responsabilità, a una manovra tariffaria con aumenti contenuti entro il 4,57% al fine di salvare il biglietto integrato e favorire il rilancio di AMT e del trasporto pubblico – scrivono le Associazioni Genovesi dei Consumatori – Oggi si sono rotte le trattative con l’amministrazione comunale perchè gli aumenti previsti superano quanto concordato”.

In particolare per i lavoratori dipendenti e per i giovani, “che sono i più penalizzati, sono state indicate tariffe con rincari ben più elevati rispettivamente del 6,25% e del 10,61% incompatibili con le promesse fatte e con un adeguato piano di salvezza e rilancio di AMT”. Infatti il quadro di “confusione nelle scelte aziendali e in quelle
politiche locali e nazionali, oltre a ridurre il numero di chi utilizza il trasporto pubblico, fa temere l’imminente avvio delle procedure di messa in liquidazione di AMT.

“Di fronte a questo tragico epilogo del trasporto urbano non abbiamo riscontrato disponibilità alcuna verso
l’utenza – concludono – Chiediamo al Consiglio Comunale di Genova di porre riparo a queste decisioni, correggendole nei valori economici e riaprendo una prospettiva per un trasporto pubblico con al centro l’utenza”.