Quantcast
Politica

Biglietto integrato, botta e risposta tra M5S e associazioni: “Scusate se abbiamo difeso i cittadini”

biglietti amt

Genova. Dopo gli ultimi sviluppi tariffari per i ticket Amt, è polemica tra il Movimento 5 Stelle di Genova da una parte e Legambiente e Wwf dall’altra.

Alle associazioni, che avevano puntato il dito contro l’istituzione di un biglietto solo bus a 1,50 euro, il M5S risponde con un lungo comunicato.

“Scusate – scrivono – se abbiamo fatto passare un emendamento che va nella direzione di mantenere calmierato il prezzo del biglietto per consentirne l’utilizzo del mezzi pubblici al maggior numero possibile di persone. Non possiamo sempre chiedere a cittadini comuni di caricarsi di tutti gli oneri, devono essere le istituzioni a farlo”.

“Abbiamo messo in atto – continuano – l’unico mezzo veloce ed inconfutabile per capire finalmente a chi vanno i soldi del biglietto integrato tra Amt e Trenitalia, in modo tale che potremo così non assistere il prossimo anno a teatrini tra i due sul chi ci deve mettere i soldi perché ci guadagna. Probabilmente questo non interessa ad alcuni paladini del trasporto pubblico che preferiscono non sapere e soprattutto non far sapere chi prende più soldi e quindi chi può mettercene di più, temendo forse che la gente capisca e possa valutare; mi ricordano quelli che temono la valutazione, non comprendendo che, è vero, una valutazione può essere negativa ma è anche l’unico mezzo per sentirsi riconosciuto, invece, il buon lavoro eventualmente fatto”.

“Contrari agli aumenti , infine, ci siamo astenuti sulla delibera. Scusate lo abbiamo fatto solo per cercare di sostenere una comunità in profonda crisi ed un settore strategico della mobilità cittadina”.