Quantcast

Barriere anti rumore su A10 e A7, Putti: “Brutte e inutili, per gli abitanti è peggio di prima”

autostrada in coda

Genova. Le barriere antirumore, installate da società Autostrade sulla A10 e sulla A7, non avrebbero migliorato la vita degli abitanti dei condomini nelle immediate vicinanze dell’autostrada, anzi. A sostenerlo in aula rossa è il capogruppo del m5s Paolo Putti in un’interrogazione a risposta immediata su cui è intervenuta l’assessore all’Ambiente Valeria Garotta.

“Prima c’era il rumore, che oggi è appena attenuato, mentre queste barriere causano una quasi totale occlusione della vista, con danni sia sulla qualità della vita degli abitanti sia sul valore economico delle loro abitazioni”. Il consigliere ha quindi chiesto se in sede di scelte tecniche rispetto alla barriere fonoassorbenre si si sono vagliate le soluzioni più opportune.

“Il progetto deil piano di bonifica acustica è frutto di una Commissione ad hoc nata del 1996, composta da Ministero Ambiente, Comune, Regione e Provincia nata proprio per proporre tecniche sperimentali. A Genova hanno partecipato tecnici e circoscrizioni interessate, ma anche comitati cittadini e singoli residenti. Le alternative sono state presentate in assemblee pubbliche. La maggior parte delle persone hanno sollecitato l’intervento chiedendo barriere trasparenti”.

“La scelte della tipologia di barriere però – ha spiegato l’assessore – dipende da diversi fattori. Per la scelta della tipologia va anche valutata la natura del traffico, maggiore è la percentuale di mezzi pesanti, maggiore il livello di contenimento e altri parametri che tengono conto dei risultati dei crash test”.

“L’estetica del progetto, cioè colore e barriere trasparenti, sono di competenza della Sovrintendenza per i beni ambientali e paesaggistici e della Regione e proprio da un parere della sovraintendenza che è stato scelto il colere grigio per le barriere acustiche come il meno impattante in sede di conferenza dei servizi nel 2010”.

“Qualora i cittadini rilevino un inquinamento acustico insopportabile possono segnalarlo agli ufffici del comune in modo che i vigili possano avviare apposite campagne fonometriche” ha concluso Garotta.