Quantcast
Politica

Anci Liguria: Andora e Genova unici Comuni a sperimentare la nuova procedura di bilancio

palazzo tursi comune genova

Genova. A partire dal primo gennaio 2014 cambierà il sistema di redazione del bilancio di tutti i Comuni italiani. E’ quello che stabilisce infatti il decreto legislativo n. 118 del 2011 che definisce nuove regole per gli enti locali al fine di armonizzare i sistemi contabili e gli schemi di bilancio delle Regioni e degli enti locali.

Al fine di preparare i Comuni a questo cambiamento e avere un riscontro sull’applicabilità e l’efficacia delle nuove norme il Ministero delle Finanze ha previsto una fase di sperimentazione, partita nel 2012, che coinvolge 54 Comuni a livello nazionale di cui due liguri: Andora e Genova.

Con lo scopo di trasferire le conoscenze e le competenze acquisite da queste due amministrazione ai Sindaci e ai tecnici comunali degli altri Comuni liguri ANCI Liguria ha organizzato due incontri sul territorio:  il 16 aprile alle ore 10 e 30 a Lavagna, presso l’Auditorium Auditorium G.B. Campodonico: il 18 aprile, sempre alle ore 10 e 30, ad Andora presso la Sala Polivalente di Palazzo Tagliaferro.

Come spiega il Sindaco di Andora e Presidente della Commissione Finanza locale ANCI Franco Floris “si tratta delle prime giornate di lavoro organizzate a livello regionale su questo tema a cui seguiranno altre iniziative, anche a livello nazionale, per permettere a tutti i Comuni di arrivare al primo gennaio 2014 preparati ad affrontare questa nuova sfida”.

Senza entrare nell’analisi degli elementi tecnici definiti dalla normativa, la nuova metodologia renderà i bilanci comunali più flessibili – permettendo di spostare più semplicemente risorse tra capitoli di una stesso settore – più chiari – consentendo una più facile attività di verifica e di controllo anche da parte dei non addetti ai lavori – e di più semplice compilazione.

Le nuove regole prevedono, inoltre, un controllo più stringente sui bilanci preventivi: non sarà, infatti, più possibile dare un taglio “politico” al bilancio preventivo, inserendo cioè interventi classificabili più come “intenzioni” che come proposte concretamente realizzabili.

“Si tratta di un vero e proprio cambiamento di approccio, anche sotto il punto di vista culturale – prosegue Floris – che, almeno nella fase iniziale della sperimentazione, ha comportato non poche difficoltà, aggravate anche dall’utilizzo dei nuovi sistemi informativi di gestione. Ma è stata anche una grande occasione di accrescimento professionale per tutti coloro che vi hanno lavorato, che oggi si propongono come i principali esperti a livello regionale sul tema e il punto di riferimento per tutti i Comuni della Liguria che dovranno a loro volta deguarsi nei prossimi mesi”.

All’incontro di Andora parteciperanno il Sindaco Floris e Selene Preve, Responsabile Settore finanziario del Comune, mentre all’incontro di Lavagna parteciperanno, insieme a Floris, il Sindaco Giuliano Vaccarezza e Stefania Villa, Direttore Settore bilanci del Comune di Genova.