Quantcast
Economia

Amt e i 430 esuberi: stasera assemblea generale dei lavoratori

autobus amt

Genova. Stasera assemblea generale dei lavoratori di Amt nella Sala Chiamata del porto. L’obiettivo è quello di discutere tutti insieme del piano aziendale presentato dall’azienda, che è molto complesso, ma in sostanza contiene: 430 esuberi, di cui 200 autisti e 230 impiegati, sospensione MBO, incremento di 15 minuti di guida, 3 giorni di ferie in meno per tutto il personale e riconversione coatta di 60 indiretti in ADT.

Nel piano, però, è prevista anche la possibilità di utilizzare i contratti di solidarietà per la gestione degli esuberi indicati dall’azienda. Inoltre, la stessa ha dichiarato che, qualora non si raggiungesse un’intesa con i sindacati, procederebbe alla disdetta degli accordi aziendali.

Le organizzazioni sindacali, quindi, ritengono che il piano industriale presentato gravi totalmente sulle condizioni economiche e normative dei lavoratori e quindi ha convocato l’assemblea di questa sera.

Intanto, però. venerdì scorso si è svolto un incontro con il sindaco di Genova, Marco Doria, che ha ribadito la volontà da parte di tutti di salvare l’azienda e tutelare i posti di lavoro ed il servizio.

“Non è un piano di ‘sbaraccamento’, ma un percorso che mette in gioco tutti: Comune, azienda e lavoratori. Non si rivede il piano industriale, si entra nel merito di esso, si parte da esso – ha dichiarato il sindaco – dobbiamo raggiungere un accordo che consenta all’azienda di tenere un equilibrio dei conti ed andare avanti. I tempi sono comunque stretti perché la prospettiva immediata è molto critica”.

Se stasera si svolgerà l’assemblea dei lavoratori di Amt, mercoledì il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando incontrerà a Roma il ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca per chiudere l’accordo su 60-70 milioni di euro di fondi europei.

Lo ha annunciato il presidente della Regione spiegando che “sarà un incontro importante perché chiederemo a Barca la possibilità di investire questi fondi anche per acquistare nuovi mezzi per il trasporto pubblico in Liguria, per acquistare nuovi treni e autobus, in particolare per rinnovare il parco mezzi di Amt a Genova”.