Quantcast
Cronaca

Tpl, Consumatori sul piede di guerra: sondaggio e corteo, due settimane di passione per salvare il biglietto integrato

autobus amt

Genova. Lunedì 25 marzo inizia una vasta campagna di informazione organizzata da tutte le associazioni genovesi dei consumatori “contro la disintegrazione della tariffa Amt-Trenitalia”. La mobilitazione proseguirà dopo Pasqua fino a culminare con la manifestazione dell’8 aprile qualora non venisse reintrodotto il biglietto integrato, con concentramento alla stazione brignole alle 8,45 e corteo a piazza De Ferrari e Via Garibaldi.

“Lunedì, martedì e mercoledì presso le stazioni di principe e brignole dalle 7.30 alle 9.00 e dalle 17.00 alle 18.30  verranno attivati point informativi per effettuare il sondaggio con gli utenti Amt – Trenitalia – spiega Furio Truzzi Assoutenti – per rispondere alla latitanza delle aziende che in ben 6 mesi non sono riuscite a quantificare la percentuale degli utenti treno+bus”.

E una latitanza allarmante, secondo i consumatori, c’è anche da parte delle aziende nel riferire correttamente cosa accadrà a partire dal 1 aprile, data in cui il biglietto integrato dovrebbe non essere più disponibile. “A oggi non compare nei siti Amt e Trenitalia alcuna informazione agli utenti. Vergogna o inefficienza? Probabilmente tutt’e due e le aziende, da noi diffidate per l’omissione informativa, ne risponderanno agli amministratori di regione e comune oltre che ai cittadini”, annunciano le associazioni aderenti a Adircons e Clcu.

Giovedì prossimo saranno invece resi noti i numeri e le ulteriori iniziative a tutela della equità di trattamento tra utenti che, a parere dei legali delle associazioni, non potranno pagare lo stesso importo per due servizi diversi (treno+bus e solo bus caso che si verificherà tra abbonati amt prima e dopo il 31 marzo).