Cronaca

Sigarette ma anche scimmie e aquile, i numeri del contrabbando a Genova: tra porto e aeroporto oltre 500 sequestri

Genova. Non solo contrabbando di sigarette ma anche di animali protetti, come aquile e scimmie, di prodotti contraffatti e di alimenti: sono le maggiori violazioni rilevate nel 2012 dall’Agenzia delle Dogane di Genova che ha effettuato oltre 500 sequestri ai passeggeri di porto e aeroporto.

Tra la merce importata dai passeggeri in arrivo con i traghetti dal Nord Africa, spiccano i sequestri di tabacco anche se la novità e’ rappresentata da quello sfuso normalmente utilizzato con i ‘narghile”. Seguono – per quantità – quelli di carne e latticini. L’Agenzia delle Dogane e’ stata poi impegnata nella lotta all’importazione degli animali protetti dalla Convenzione di
Washington. ”La maggior parte arrivano da Tunisia e Marocco, e sono tartarughe o cardellini – ha spiegato Giovanni De Vecchis, responsabile per l’agenzia delle Dogane del traffico passeggeri
del Porto di Genova – ma tra i sequestri abbiamo avuto anche serpenti, scimmie e un’aquila”. Il volatile aveva le ali tagliate per impedirgli di volare.

“La persona a cui l’abbiamo sequestrata – ha aggiunto De Vecchis – ha spiegato che in Tunisia l’aquila viene usata per cacciare, come si faceva con i falchi in Europa. Le punte delle ali erano state tagliate per ammaestrarla ma, ovviamente, sia questa pratica che l’importazione dell’animale, violano la convenzione di Washington”.

Importante poi la lotta alla contraffazione che interessa sia i passeggeri sia le merci che arrivano in container. ”In quest’ottica – spiega Claudio Monteverdi, direttore dell’Ufficio delle Dogane – assume una particolare rilevanza un nuovo fenomeno. Da un lato, abbiamo l’importazione di merci prive di marchio, e quindi regolari, ma contestualmente, a volte nello stesso container e altre volte attraverso i passeggeri, di etichette e componenti che, lavorate sul territorio italiano, completano l’articolo anonimo e lo rendono contraffatto”.

Per quello che riguarda l’attivita’ antifrode, nel 2012 sono stati riscontrati 107 reati: 33 per contrabbando di tabacchi (circa 4,3 milioni di euro evasi), 11 per traffico illecito di
rifiuti, 8 per prodotti in violazione delle norme di sicurezza.

Tra i sequestri, 17 di veicoli, 200.000 di merce contraffatta, 300 di pneumatici, 64 di calzature in pelle di pitone, una partita di olio d’oliva con caratteristiche differenti da quanto
era dichiarato, oltre a 75 chili di cocaina.