Quantcast
Cronaca

Sampierdarena, durante il controllo spunta della droga: giovane denunciato, affidati alle madri due minori

droga

Genova. Si aggiravano tra le auto in sosta con fare sospetto, poi avendo attirato l’attenzione degli uomini in divisa, hanno cercato di allontanarsi, senza riuscire nel loro intento.

Visto che la zona è spesso teatro di furti e borseggi ad opera di giovani ignoti, i ragazzi, due 17enni di origine ecuadoriana e un 21enne originario della Repubblica di Santo Domingo, sono stati raggiunti e fermati dai poliziotti.

Da subito i tre hanno palesato evidenti segni di nervosismo ed intolleranza all’accertamento di polizia. Questo insieme di cose ha fatto sorgere il dubbio agli agenti che i fermati, potessero detenere armi o altri oggetti atti ad offendere e per tanto sono stati sottoposti a perquisizione personale. Mentre gli agenti stavano controllando il cittadino di Santo Domingo ed uno dei due minorenni, l’altro minore ha cercato di disfarsi di una bustina in cellophane e, sicuro di non essere visto, l’ha spinta con un piede sotto una vettura lì parcheggiata.

Il movimento però non è sfuggito ai poliziotti che immediatamente hanno recuperato quanto gettato a terra. All’interno della busta sono stati rinvenuti nove involucri contenenti gr. 7,40 di cannabis e due palline di carta stagnola con all’interno gr. 1,32 di cocaina e per questo il giovane ecuadoriano è stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti.

Anche la perquisizione a carico dell’altro minore è risultata positiva, infatti all’interno di una tasca della felpa è stata rinvenuta una bustina contenente gr. 2,47 di hashish. Visto quanto emerso dal controllo su strada, i tre stranieri sono stati accompagnati in Questura per gli accertamenti dovuti e qui il 17enne, trovato in possesso del minor quantitativo di stupefacente, ha ammesso di aver comprato l’ultima dose dal suo connazionale e di fare uso saltuario di droghe, per questo è stato segnalato amministrativamente agli Uffici preposti della Prefettura.

Gli uomini del Reparto hanno deciso di estendere la perquisizione presso l’ abitazione del denunciato e, nella sua camera, nascosto in uno scatolone, hanno rinvenuto un bilancino di precisione posto sotto sequestro. Entrambi i minori sono stati affidati alle rispettive madri.