Quantcast
Cronaca

Rapinò una anziana con la stratagemma delle monete cadute: condannato a 6 anni e 8 mesi

tribunale

Genova. Con lo stratagemma delle monete cadute in terra uno sconosciuto aveva rapinato in casa sua un’ottantenne che aveva appena ritirato la pensione. L’uomo, che aveva agito con un complice, è stato condannato a 6 anni e
8 mesi per rapina.

Domenico Luciano, di 50 anni, è stato condannato dal gup Adriana Petri mentre l’altro, Giuseppe Villani di 43 anni, è stato rinviato a giudizio. Entrambi sono
campani. Il pm Giuseppe Longo aveva chiesto per Luciano, difeso dall’avvocato Alessandro Storlenghi, 8 anni e 3 mesi.

Secondo l’accusa Luciano avrebbe seguito l’anziana entrando in un ufficio postale nei pressi di corso Europa e avrebbe visto dove la donna metteva i soldi della pensione, circa 650 euro.

Poi l’avrebbe pedinata. A questo punto, mentre Luciano si avviava verso la sua auto, sarebbe entrato in scena Villani che, dopo avere sparso in terra alcune monete, avrebbe tentato di far credere alla pensionata che erano cadute a lei. Al diniego dell’anziana l’uomo l’avrebbe spinta in terra afferrando il suo
portafoglio dalla borsa e fuggendo.

Da quanto si è appreso la donna, seppur dolorante, si è rialzata mettendosi a urlare, attirando cosi’ l’attenzione di una signora che ha inseguito l’uomo. Quest’ultimo ha raggiunto l’auto condotta dal complice ma un testimone che aveva notato la scena è riuscito a prendere la targa della vettura. Gli
investigatori sono cosi’ risaliti a Luciano.

Entrambi i rapinatori sono detenuti nel carcere di Como per un fatto analogo. Luciano ha confessato sostenendo che era sua intenzione compiere solo un furto con destrezza. All’imputato, che ha una recidiva reiterata specifica, il gup ha riconosciuto le attenuanti generiche equivalenti.

Più informazioni