Quantcast
Economia

Porto di Genova, gli spedizionieri a Merlo: “Nuovo piano regolatore sia audace e guardi al futuro”

spediporto

Genova. “Il nuovo Piano regolatore portuale di Genova sia audace, guardi al futuro dello scalo con realismo, sì, ma pur con giusto ottimismo”: questo l’invito del presidente di Spediporto Roberta Oliaro al presidente dell’Autorità portuale di Genova Luigi Merlo.

Durante l’assemblea generale dell’associazione spedizionieri corrieri e trasportatori di Genova questa mattina a Palazzo della Borsa Oliaro ha fatto “i complimenti all’Autorità portuale di Genova per lo scrupoloso lavoro di composizione delle varie istanze portato avanti dal piano in corso di approvazione nel quale con realismo le linee guida sono state elaborate al 2030 prospettando 8 possibili scenari per il porto di Genova, avendo come filo conduttore lo spostamento delle dighe esistenti per permettere l’accoglienza e l’evoluzione di navi portacontenitori fino a 22.000 teu”.

“Gli impegnativi progetti di Voltri e Aeroporto definiti “Isole”, hanno affascinato la categoria in funzione dei nuovi spazi che sviluppano a favore della merce, delle potenzialità di incremento commerciale, sia marittimo sia aereo, che possono garantire – ha evidenziato Oliaro – Gli spedizionieri hanno visto in questi progetti un modo di sognare in grande per il porto di Genova e il suo aeroporto, questa città se vuole pensare in grande ha bisogno di uno scalo aeroportuale adeguato”.

“Restando con i piedi per terra le soluzioni intermedie – ha aggiunto – legate alle ipotesi “Voltri Avanzamento” e “Sampierdarena Avanzata” appaiono più realistiche sebbene limitate rispetto a una visione di porto che voglia andare oltre i prossimi 10 anni”.

Il settore logistico è strategico per lo sviluppo del porto di Genova: gli addetti alle attività portuali dirette sono passati dai 9.000 del 2002 agli 11.000 del 2010, con una crescita percentuale del 22%, del più 340% rispetto ai 2.500 del 1995, mentre gli occupati dell’indotto dai 15.300 del 2002 ai 26.000 del 2010, con una crescita del 69%