Quantcast
Cronaca

Morì per l’ingestione di ovuli di cocaina, l’autopsia incastra gli spacciatori: la droga proveniva dal Sud America

cocaina

Genova. Quattro arresti a Genova per traffico internazionale di droga. Il perno del gruppo era in Francesco Raschellà, catanzarese di 39 anni, da tempo dimorante a Genova, con a carico precedenti di polizia in materia di droga e gli arresti sono scattati a seguito di un’articolata attività di indagine, condotta dagli investigatori della Sezione Antidroga della Squadra Mobile coordinati dal Sostituto Procuratore  Biagio Mazzeo.

In particolare è stata monitorata la morte di un marittimo genovese durante un volo di linea sulla rotta Costa Rica-Italia e l’arresto, effettuato dalla polizia di frontiera degli Stati Uniti di una donna italiana, anch’essa marittima genovese, proveniente dal Costa Rica e diretta in Italia, sorpresa con mezzo chilo di cocaina occultato all’interno del bagaglio.

Gli accertamenti autoptici hanno dimostrato che la morte del cittadino italiano era avvenuta a seguito dell’ingestione di numerosi ovuli di cocaina, la fessurazione di uno dei quali ne aveva cagionato il decesso.

L’inchiesta, condotta in stretta collaborazione tra la Squadra Mobile di Genova e la polizia statunitense, in specie l’H.S.I. (Homeland Security Investigation), ha consentito di acquisire negli Stati Uniti indispensabili riscontri probatori utili ad accertare la responsabilità penale del Raschellà per i reati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e per la morte del corriere, mentre per altri due soggetti si profilava l’imputazione per il delitto di traffico internazionale di stupefacenti.

I particolari dell’operazione verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 11,00 in Questura ed alla quale parteciperà il Procuratore della Repubblica di Genova Michele Di Lecce.

leggi anche
trafficante droga costa rica danilo de bonis
Dal 2013
Morte di un corriere ovulatore e traffico di cocaina dal Sud America: latitante arrestato in Costa Rica