Quantcast
Cronaca

Maxi sequestro di droga nel porto di Genova, 1 milione di euro in cocaina e hashish: arrestato pusher pensionato

Genova. E’ sceso da un traghetto proveniente da Barcellona ed è subito finito in manette. Questo è quanto avvenuto ieri sera nel porto di Genova, dove la Polizia di Stato, a seguito di controlli di routine, eseguiti congiuntamente da personale della Squadra Mobile e della Polizia di Frontiera Marittima, ha arrestato un uomo originario di Roncà (Verona) e residente a Malaga, in Spagna, trovato in possesso di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti.

“L’arrestato, Celestino Del Fossa, in passato già denunciato dalle forze dell’ordine per reati della stessa natura, è un pensionato di 73 anni, che ha lavorato per anni come manutentore meccanico all’interno di un Grand Hotel spagnolo”, spiega il dirigente della Squadra Mobile, Fausto Lamparelli.

Il trafficante era appena sbarcato dalla nave “Excellent” della compagnia “Grandi Navi Veloci”, partita da Tangeri con scalo a Barcellona e giunta al porto di Genova intorno alle ore 16,00 del pomeriggio di ieri.

Proprio i trascorsi dell’uomo hanno indotto gli operatori di polizia ad approfondire il controllo dell’autovettura su cui si trovava, una Volkswagen “Jetta” con targa spagnola.

Infatti, aperto il bagagliaio, i poliziotti si sono accorti della presenza di una saldatura anomala ubicata all’altezza della ruota di scorta che lasciava presumere l’esistenza di un doppio fondo, con la possibilità, quindi, che al suo interno fosse stato occultato qualcosa di illecito.

L’autovettura, quindi, è stata portata presso un’officina meccanica dove è stato possibile constatare la reale esistenza di uno scomparto, appositamente creato, che partendo dal vano bagagli si estendeva fino ai sedili posteriori dell’auto, al cui interno erano state nascoste ben 27 bottiglie di plastica contenenti ovuli di di una strana sostanza, nonché 10 involucri di polvere bianca.

Successive analisi di laboratorio, effettuate presso il locale Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, hanno permesso di appurare che gli ovuli erano di hashish, di 10 grammi iascuno, per un peso complessivo di circa 31 chili, mentre gli involucri di polvere bianca risultavano contenere cocaina, per circa 8 chili e sostanza da taglio del peso di circa 1 chilo.

Ingente il valore della droga sequestrata che, rivenduta al dettaglio, avrebbe consentito un guadagno stimato di circa 1 milione di euro.

Del Fossa, arrestato per il reato di detenzione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, è stato associato alla Casa Circondariale di Genova.