Quantcast
Cronaca

La Zanzara, Don Farinella su Berlusconi: “Se morisse ci libererebbe da un bella palla ai piedi”

Don paolo Farinella

Genova. “Certo che darei l’estrema unzione a Berlusconi…se morisse ci libererebbe da una bella palla ai piedi, da un bel rospo”: così don Paolo Farinella, in un’intervista alla trasmissione di Radio 24 La Zanzara, di cui l’emittente ha fornito una trascrizione. “La Chiesa – ha detto – deve togliere il titolo di gentiluomo a Gianni Letta, prosseneta di Berlusconi, il magnaccino, quello che è metà cardinale e metà prostituta, quello apriva e chiudeva le porte, gli copriva tutte le vergogne con le donne e le leggi”.

Berlusconi “mi sta sulle palle, dove volete che mi stia? – ha aggiunto rispondendo alle domande del
duo Giuseppe Cruciani-David Parenzo -. Lui non vuole il governo, vuole l’immunità totale, la garanzia di non andare in carcere e per questo sarebbe disposto a mandare D’Alema al Quirinale, una disgrazia assoluta, la fine del mondo.
Berlusconi – ha continuato il parroco di San Torpete – dovrebbe stare in galera. E’ stato condannato una volta, poi non
più perché si é fatto le leggi a suo favore altrimenti sarebbe in carcere. L’uveite? Per la manifestazione gli è
passata. Gli viene quando deve andare in tribunale, poi per la piazza si può mettere anche un po’ di pepe per fare finta”. Ma lei darebbe la comunione a Berlusconi? gli hanno chiesto: “No. Se viene una persona qualsiasi è una
cosa, ma per una persona pubblica il problema è diverso. Deve fare dei gesti pubblici di pentimento”.

Più informazioni