Quantcast
Sport

Il giocatore di poker del futuro: donna, laureata e con alto profilo professionale

Stanze fumose, pochi uomini seduti intorno ad un tavolo e, con poco senso responsabilità, disposti a giocarsi tutto in una partita di poker. Le donne, se presenti, sono solo vittime passive. È questo l’immaginario del poker che ci hanno consegnato buona parte del cinema e della letteratura dedicati a questo gioco. Niente di più lontano dalla realtà del poker giocato oggi a livello professionale, dove i grandi giocatori mettono in campo le loro abilità e si affidano solo in minima parte alla sorte. E dove, soprattutto, sono presenti donne che giocano ruoli da protagoniste.

È stato infatti il poker online ad aver sdoganato la presenza femminile in questa disciplina, visto che internet ha abbattuto le barriere che prima limitavano l’accesso delle donne a questo gioco. Siti come PokerStars.it sono testimoni di questo cambiamento in atto: secondo i dati diffusi da PokerStars aumenta di continuo la percentuale di nuove giocatrici iscritte sul totale. E la presenza femminile sta anche cambiando sia la tipologia di giocatori presenti, ma anche contribuendo a cambiare lo stereotipo più comune del giocatore di poker.

Se infatti il poker professionale si allontana molto dalle immagini che ci hanno lasciato cinema e letteratura su questo gioco, le donne stanno portando un ulteriore cambiamento. Il pokerista pro tipico è infatti il giocatore che ha dedicato buona parte della sua vita professionale (e non solo) al poker, mentre per le campionesse di poker il gioco è solo una parte della loro vita. Se vediamo le biografie delle giocatrici di maggiore successo, scopriamo che ci sono tantissime laureate, giornaliste di alto livello e persino un’astrofisica! Segno che le donne che si dedicano al poker hanno una grande capacità di gestire tutti gli aspetti delle vita: non solo poker giocato a livello professionale, ma anche carriera e background accademico alle spalle.

Victoria Coren è ad esempio una nota giocatrice di poker con importanti vittorie alle spalle, ma è anche una scrittrice, giornalista di The Observer e The Guardian, conduttrice di una trasmissione della BBC; Liv Boeree, laureata in astrofisica, è anche una modella e conduttrice televisiva. Ed anche le donne che si dedicano con maggiore intensità al poker sono per lo più laureate: Vanessa Selbst, una delle più grandi giocatrici di sempre, è laureata in Scienze Politiche a Yale; Vanessa Rousso si è laureata con il massimo dei voti alla Duke University. Tra i giocatori uomini, invece, è molto più difficile trovare profili di livello così alto, capaci inoltre di gestire una vita professionale fatta non solo di poker. Sembrano essere quindi le donne ad indicare la via per il futuro di questo gioco: si tratta infatti di un gioco in cui sono fondamentali l’intelligenza, la passione ed anche la dedizione, gli stessi ingredienti che hanno decretato il successo delle donne del poker nella carriera e nel gioco.
Infografica Pokerstars
Infografica a cura di PokerStars.it

Più informazioni