Quantcast

Il consultorio del Lagaccio non chiude: sarà potenziata l’assistenza ai bambini disabili

Medici

Genova. “Il Consultorio del Lagaccio non chiude e sará ristrutturato!”. Lo annuncia su Facebook nel tardo pomeriggio il presidente di Municipio Centro Est, Simone Leoncini. “Insieme all’assessore Montaldo e ai dirigenti della ASL abbiamo visitato oggi il Consultorio incontrando gli operatori – scrive Leoncini sul suo profilo – Contestualmente si è ribadito che il Consultorio del Lagaccio non solo resta sul territorio ma anzi sarà ristrutturato”.

La conferma arriva anche dalla Asl3 che rende noto l’incontro avvenuto oggi in via Lagaccio tra Regione Liguria, ASL3 e Municipio Centro-est “al fine di verificare la situazione logistica ed organizzativa delle attività erogate dal servizio consultoriale, anche alla luce delle recenti pubblicazioni a mezzo stampa” e a cui hanno partecipato, oltre a Leoncini e all’assessore municipale alle politiche sociali Maria Carla Italia e il consigliere Vincenzo Palomba, anche l’assessore alla salute Claudio Montaldo, il direttore generale della Asl3, Corrado Bedogni, il direttore della SC Assistenza Consultoriale, Angela Grondona, e il direttore del Dipartimento delle Infrastrutture Riccardo Rebagliati.

“Nell’incontro si è deciso di ristrutturare la sede dell’edificio di Via Lagaccio, di proprietà di ASL3 – si legge nella nota – di cui peraltro è già stato restaurato il tetto nel corso del 2012 e di continuare l’attività erogata dal consultorio potenziando in maniera particolare l’assistenza ai bambini disabili e alle loro famiglie tramite l’attività dei neuropsichiatri infantili.

La sede, aperta negli anni ’90, ospita una decina di professionisti del consultorio tra neuropsichiatri infantili, psicologi, logopedisti, medici scolastici, assistenti sanitari, etc.. e nel 2011 ha accolto oltre 2500 utenti, pressoché tutti residenti in zona. Considerate le caratteristiche strutturali ancora tipiche degli anni ‘60, quando l’edificio era adibito a comprensorio antitubercolare, l’edificio necessita di manutenzione e consolidamento: lavori che ASL3 si è impegnata ad eseguire nell’ambito del piano di utilizzo prioritario e valorizzazione dei locali di proprietà”.