Quantcast

Genoa-Siena: le nostre pagelle

frey

Il Genoa è vivo ma contro il Siena non riesce ad andare oltre al 2-2. Generoso il rigore che ha permesso al Siena di portarsi momentaneamente in vantaggio, comunque buona la reazione dei rossoblù che pareggiano e mantengono il punto di vantaggio in classifica sui toscani.

Frey 6: è costretto anche questa volta a recuperare due palloni dalla rete. Il tiro di Emeghara non lo vede nemmeno partire, sul rigore non ci arriva per pochissimo. Sfortunato.

Bovo 5: sbaglia tanti appoggi, sembra spaventato; paga la spintarella a Sestu con un rigore generoso che Rocchi assegna al Siena. Confuso. Dal 28’st Granqvist 6: entra con il Genoa che ha appena trovato il pareggio, affamato del gol partita. Gli avversari non gli danno alcun grattacapo. Comparsa.

Portanova 5,5: il suo colpo di testa maldestro si rivela il più preciso degli assist per Emeghara. Un errore che vale il pareggio del Siena. Il resto della partita è pulito. Beffato.

Manfredini 6: nel finale rimedia il giallo per un fallaccio da dietro che permette al Genoa di portare a casa almeno un punto. Bene nei 90′. Aggressivo.

Moretti 6,5: la solita grande partita. Argina i vari Rosina e Angelo, spinge, crossa e contrasta. Ballardini lo richiama in panchina per un Genoa a trazione offensiva. Garanzia. Dal 10’st Immobile 7: l’aria dell’under 21 gli ha fatto bene, entra e cambia la partita. Suo l’assit per il 2-2 di Jankovic, suoi guizzi ed intuizioni. Brillante.

Kucka 6,5: è vero, a volte si incaponisce e comincia a marciare dritto per dritto ma il numero di palloni che recupera nei 90′ non riesce a contarlo nemmeno lui. Pallottoliere.

Matuzalem 6: grazie al cielo è tornato, non è al top ma i suoi piedi sono preziosi. Con lui in campo il Genoa riesce a gestire spazi e tempi. Non è un colosso ma riesce a farsi valere anche in fase di contrasti e spallate. Ordinato Dal 45’st Rigoni sv: giusto un tiretto. Gettone di presenza.

Antonelli 6: ci siamo abituati a ben altre prestazioni ma è ancora una volta tra i promossi. Un primo tempo scialbo, meglio nella ripresa quando comincia ad affacciarsi in avanti con costanza. Due-facce.

Jorquera 4,5. Non trova la posizione, cincischia sempre troppo con il pallone fra i peidi. Il campo pesante non è il più adatto alle sue qualità. Bocciato.

Jankovic 6,5: il suo gol permette ai rossoblù di mantenere a più uno il vantaggio in classifica sul Siena. Di questi tempi non è poco. Sbaglia qualcosa ma in quanto a impegno difficile dargli addosso. Decisivo.

Borriello 7: una squadra che lotta per non retrocedere che dispone di un simile attaccante parte con un bel vantaggio sulle avversarie. Al di là del gol, l’ex romanista si rivela una forza della natura. Contrasti, palloni recuperati, tacchi e assist. Meno cinico di altre volte ma aggressivo come non mai. Guerriero.