Quantcast
Cronaca

Finti incidenti stradali organizzati a tavolino, maxi truffa a Genova: nove denunce

guardia di finanza

Genova. Finti incidenti con tanto di testimoni e dinamiche dei fatti inventate. Si è conclusa nei giorni scorsi un’indagine di polizia giudiziaria, condotta dal I Gruppo della Guardia di Finanza di Genova, riguardante una truffa a danno di una società di assicurazioni, partita da una denuncia dell’ente, nella quale si erano evidenziate alcune anomalie, in relazione a varie denunce di sinistri stradali.

La frode è stata attuata da 9 persone, un romeno e 8 italiani, in combutta tra
loro, che organizzavano “a tavolino” finti incidenti stradali. Di volta in volta,
venivano “inventate” le dinamiche fattuali, compilati falsi documenti di constatazione amichevole del sinistro e documentate fasulle testimonianze per
accreditare gli eventi, allo scopo di percepire indebitamente gli indennizzi
assicurativi.

Gli accertamenti hanno consentito di appurare che, in 9 distinte occasioni,
nell’arco di tre mesi, la stessa autovettura era stata coinvolta in incidenti
stradali, risultati mai avvenuti.

Le indagini che hanno svelato il progetto fraudolento sono state sviluppate
attraverso l’acquisizione di testimonianze, approfonditi riscontri tra la
documentazione prodotta all’impresa assicuratrice ed il risultato dei
sopralluoghi sulle strade ove sarebbero avvenuti gli incidenti ed i risultati delle
valutazioni dei periti intervenuti nel corso delle procedure assicurative.

Nel complesso, la congrega criminale aveva ottenuto risarcimenti assicurativi
indebiti per circa 11.000 euro ed aveva inviato le pratiche per otenerne altri
17.500.

In alcuni casi, è risultato che il cittadino rumeno, principale artefice della truffa, utilizzava le generalità del padre nella redazione dei modelli di constatazione dell’incidente, in modo da non comparire direttamente trai soggetti coinvolti nei falsi sinistri.