Quantcast
Politica

Comunali 2013, Massimo Sivori candidato sindaco per Sestri Levante punta su lavoro e industria

Sestri Levante. “C’è bisogno di proposte concrete per risolvere i problemi reali e superare la crisi” – così ha esordito Massimo Sivori, candidato sindaco per Sestri Levante, durante il primo di una serie di incontri, che proseguiranno anche nelle prossime settimane, per illustrare singolarmente i punti del suo programma per la città. L’incontro si è svolto presso il Point in Via Nazionale 591, a Sestri Levante.

In discussione i temi caldi del lavoro e dell’industria, particolarmente sentiti in questo periodo di difficoltà: “Abbiamo in cantiere varie proposte per difendere il lavoro e creare nuove opportunità – ha dichiarato Sivori – penso ad un vincolo assoluto di destinazione d’uso per le aree occupate dai cantieri, che saranno modificabili solo tramite referendum popolare. ”Monitoraggio delle grandi imprese, collaborazione con le rappresentanze dei lavoratori, potenziamento dello sportello “info giovani” sono alcune delle idee su cui lavorerà Sivori nel caso diventasse primo cittadino di Sestri Levante.

Quindi nessuna cesura tra industria e turismo, vocazione naturale di questa zona, che deve essere una risorsa da potenziare per creare posti di lavoro.
La scommessa di Sivori è però il progetto “SOS Imprese”: “Stiamo preparando un accordo con un pool di banche, per istituire un fondo di 15 milioni di euro da distribuire alle imprese meritevoli per superare l’attuale crisi: il comune agirà come “presentatore”, attraverso uno screening sulle aziende che faranno richiesta. Naturalmente le imprese verranno scelte in base a precisi criteri, attualmente in fase di studio”.
Infine alcune considerazioni sulla Green Economy: “Sicuramente è una prospettiva interessante per la nostra cittadina, ma questa è un’idea di Gueglio e io non intendo copiare le idee di altri”.

“Nella mia lista non contano i colori delle fazioni politiche di provenienza, ma solo le persone e le idee – ha detto in chiusura Sivori – nelle tre liste civiche che mi sosterranno ci sarà la volontà di cambiamento al di là ed al di fuori della casta politica, ed io sono pronto a questa sfida”.