Quantcast
Cronaca

Biglietto integrato, quasi salvo: proroga di un mese, si riapre la trattativa

autobus amt

Genova. “Si ha quasi vergogna ad annunciare che dal primo di aprile si continuerà a viaggiare con i titoli integrati”. Furio Truzzi, Assoutenti, conferma la notizia emersa oggi a Tursi non senza una certa iniziale incertezza. In Aula Rossa iniziato il dibattito sulla “Situazione del trasporto pubblico locale” Anna Maria Dagnino ha dato notizia di un “elemento positivo che riporta ad aprire la discussione”: la Regione rimetterà il milione di euro che mancava all’intesa.

“Dal momento che la Regione Liguria rimette in gioco il biglietto integrato dichiarandosi disponibile a contribuire nuovamente al titolo di viaggio – ha detto Dagnino -, il milione andrebbe direttamente a Trenitalia, si possono riconsiderare le ipotesi che abbiamo fatto, quelle di tre titoli di viaggio separati, oppure mantenere l’integrato con un aumento Istat, crediamo al valore di questo titolo, ma dobbiamo pensare alle condizioni delle casse di Amt”. Non è un segreto, infatti, che i vertici aziendali non vedano di buon occhio il mantenimento di un servizio considerato sottoutilizzato e per cui non c’è disponibilità a mettere ulteriori fondi, dato l’imperativo di far tornare i conti.

A questo punto, dunque, per il biglietto integrato si prospetta una proroga di un mese a partire dal primo aprile. Nel frattempo si andrà in consiglio con due ipotesi, i tre titoli differenziati e, più plausibile, l’aumento entro il tetto dell’indice Foi che porterebbe il biglietto singolo a 1,60 euro.

“Noi siamo dell’avviso pagare pochi e pagare tutti, treno e bus sono il mezzo unico per muoversi, sollecitiamo anzi anche l’integrazione di Atp, fondamentale per la Valbisagno. Avevamo detto che c’era disponibilità di una revisione modesta secondo l’indice di inflazione – commenta ancora Truzzi – pare che le condizioni ci siano. Certo Amt versa in una difficile condizione, ma ai cittadini preoccupati, soprattutto quelli della valpolcevera e del Ponente, possiamo dire che non ci sarà il pesce d’aprile ma la conferma del biglietto integrato”.