Cronaca

Bancarotta fraudolenta: Giovanni Fossati non risponde al gip

Genova. Si è avvalso della facoltà di non rispondere Giovanni Fossati, di 57 anni, agli arresti
domiciliari con l’accusa di bancarotta fraudolenta per la distrazione di circa un milione di euro. Figlio di Renzo
Fossati, ex presidente del Genoa, l’indagato – giunto assieme ai suoi legali Stefano De Bernardi ed Enrico Bottaro davanti al gip Nadia Magrini per l’interrogatorio di garanzia – ha scelto di non parlare.

Fossati era amministratore unico della società di costruzioni e ristrutturazioni in ambito edilizio Gianni Fossati
srl. La società era stata dichiarata fallita dal Tribunale di Genova il 20 ottobre 2011. E’ accusato di aver distratto e dissipato circa un milione di euro mediante diverse operazioni di prelievo di denaro dalle casse sociali.

Le indagini della Guardia di finanza, sezione di polizia giudiziaria, sono state coordinate dal procuratore aggiunto
Nicola Piacente.