Quantcast
Cronaca

Trasferimento Lames: da Palazzo Bianco via libera al nuovo progetto

Chiavari. Il Consiglio Comunale di Chiavari approva il nuovo progetto per il trasferimento Lames, la messa in sicurezza del fiume Entella connessa al prolungamento di Viale Kasman, la difesa dei lavoratori Exact e il sistema di raccolta rifiuti.

Diverse le votazioni importanti favorevoli del Consiglio Comunale di Chiavari tenutosi questo pomeriggio. Prima all’ordine del giorno quella connessa al trasferimento del’azienda Lames dal quartiere chiavarese di Sampierdicanne al Comune di Cicagna. Difatti è stato cancellato il precedente progetto dell’intervento di edilizia che interesserà l’area del quartiere per permettere all’azienda di autofinanziarsi il trasferimento e che era stato realizzato dallo studio Abac di cui, al momento della redazione, era membro il figlio del precedente Sindaco. Con quanto ottenuto dalla nuova Amministrazione, di concerto con la proprietà dell’azienda e con il parere delle organizzazioni sindacali, oggi è stato, infatti, cancellato il precedente progetto ed è stata approvata la procedura d’indirizzo del nuovo progetto Lames realizzato dallo studio Piccione.

L’Amministrazione sottolinea come sia migliorato il progetto. Se prima il progetto Abac prevedeva un insediamento da 131.000 metri cubi, rispetto agli 98.000 dell’attuale stabilimento, il nuovo progetto decresce del 40% passando a 80.500 metri cubi. Ridotti, quindi, anche gli appartamenti che passano da 245 a 176 (-35%) a cui si aggiunge la delocalizzazione dei circa 25 appartamenti di edilizia convenzionata che verranno realizzati nel quartiere di Ri. Le volumetrie coperte che decrescono del 62%, mentre le aree di verde attrezzato incrementano del 54%.

Un ridimensionamento che comporterà almeno una diminuzione di 200 abitanti futuri, che passano da circa 700 a circa 500, anche se la cifra, secondo gli standard abitativi di Chiavari, potrebbe scendere a 350. Aumentano decisamente anche i parcheggi che passano da meno di 300 a circa 350 pestilenziali e 70 pubblici. Infine, dopo aver ottenuto 700.000 euro di fondi Fas dalla Regione per la messa in sicurezza del torrente Rupinaro ai quali si aggiungeranno gli standard urbanistici dell’azienda Lames, l’Amministrazione chiavarese è riuscita a strappare alla proprietà della società di alzacristalli elettrici due clausole di salvaguardia dei lavoratori: come prima garanzia la Lames lotterà i titoli edilizi per costruire a Chiavari solo quando il nuovo stabilimento sarà in funzione a pieno regime a Cigana e secondo, questo deve avvenire con l’attuale occupazione, scongiurando di fatto eventuali licenziamenti.

Un “si” dalla maggioranza consiliare di Chiavari è arrivato anche al Protocollo d’intenti tra Regione Liguria, Provincia di Genova e Comuni di Chiavari, Lavagna, Carasco e Cogorno, sulla messa in sicurezza del fiume Entella connessa alla realizzazione del prolungamento di Viale Kasman. Prosegue con una netta accelerazione rispetto a quanto avveniva in precedenza, dunque, il percorso dell’importante opera infrastrutturale che permetterà di collegare la costa del Tigullio all’entroterra, sopperendo a un traffico di oltre 22.000 veicoli al giorno.

In fine l’approvazione è giunta per altre due importanti pratiche, infatti sono passati l’ordine del giorno in solidarietà ai lavoratori dell’azienda Extac Learning Solutions di Sestri Levante che rischiano di essere licenziati e l’atto di indirizzo per iniziare a Chiavari la rivoluzione della raccolta dei rifiuti, con un sistema capillare di porta a porta che ha l’obiettivo di raggiungere, entro il 2013, più del 65% di rifiuti riciclati, a fronte del circa 35% ereditato dall’attuale Amministrazione.